Maddalonese. Con il Grotta festival dello spreco: è solo pareggio nell’andata degli ottavi di Coppa

Termina in parità l’andata degli ottavi di Coppa Italia tra Grotta e Maddalonese. Un 2-2 che lascia aperto ogni discorso di qualificazione alla gara di ritorno del “Cappuccini” del 27 ottobre. Una partita ricchissima di occasioni gol mancate e giocata a viso aperto da entrambe le compagini che fine al fischio finale hanno “rischiato” di portare a casa la vittoria. Recrimina soprattutto la Maddalonese passata due volte in vantaggio e con il match point più volte sprecato. Dal canto suo il Grotta non ha mai abbassato la guardia partendo spesso di rimessa senza mai farsi intimorire dagli avversari. Poco turn over da parte di mister Valerio che dà spazio a Domigno tra i pali e Di Costanzo in attacco. Maddalonese che parte subito a spron battuto e dopo cinque minuti passa in vantaggio. Guglielmo recupera palla e serve Di Mauro che di prima intenzione calcia di esterno: bacino al palo e palle in rete per il vantaggio ospite. Dopo sei minuti, il pareggio del Grotta. Senatore prende di contropiede lo schieramento della difesa ospite e per Odierna è un gioco da ragazzi insaccare a porta vuota con un tuffo di testa. Non c’è tempo nemmeno per tirare il fiato. Al 16’ assist d’oro di Fava che serve Guglielmo ma il centrocampista fallisce clamorosamente davanti al portiere. Tra il 32’ e il 34’ ancora Maddalonese sugli scudi con Fava e Di Mauro ma la mira sotto porta è imprecisa.

La ripresa si apre sotto il segno dei padroni di casa con una azione personale di Cataruzzolo la cui conclusione fa la barba al palo. Al 58’ il nuovo vantaggio dei granata: azione devastante di Di Costanzo che, dopo essersi presentato davanti al portiere pone su un piatto d’argento a Guglielmo che fa 1-2. Il Grotta prova a reagire al 65’ su colpo di testa a botta sicura di Schena ma arriva il salvataggio clamoroso di De Fenza sulla linea. Al 74’ il pari che nasce dopo un tiro respinto a mano aperta da Domigno. Avallone si avventa sul pallone e da posizione defilata rimette le cose in pareggio. Al 78’ ancora Guglielmo che si presenta davanti al portiere ma l’idea del “cucchiaio” non è delle migliori. All’80 tremano i legni della porta granata con Liguori che colpisce l’incrocio dei pali su punizione. Un minuto dopo Di Mauro crossa per Verdicchio che fa tutto bene, compresa la finta al suo marcatore, ma il tiro esce per questione di centimetri. La Maddalonese cerca il terzo gol senza tirare i remi in barca ma al 91’, su azione di rimessa, il Grotta sfiora la vittoria con Cataruzzolo che manda al lato da posizione favorevole. Alla fine, applausi per entrambe le squadre, protagoniste di una partita molto divertente e disputata senza esclusione di colpi

GROTTA ’84-MADDALONESE 2-2

GROTTA: Calabrese, Adiletta, Casillo, Arzeo, Lattarulo (25’ Campagnuolo, 72’ Baviello), Liguori, Caputo G. (53’ Schena), Caputo A, (62’ Avallone), Cataruzzolo, Odierna (53’ Lordi), Senatore. A disp.: Vivace, De Lucia, Di Grezia, Pugliese. Allenatore: Messina

MADDALONESE: Domigno, Falco, DE Fenza, Zacchia (62’ Percope), Viscovo (78’ Ferraro), Colella, Guglielmo (90’ Romanelli, Pingue, Fava, Di Costanzo (75’ Verdicchio), Di Mauro. A disp.: Cerreto, Di Pietro, Sannazzaro, Romagnoli, Natale. Allenatore: Valerio

ARBITRO: Savoia di Benevento

MARCATORI: 5’ Di Mauro, 11’ Odierna, 58’ Guglielmo, 74’ Avallone

AMMONITI: Caputo G., Di Mauro, Verdicchio, Fava, Liguori