Lpg Group. Lipori: “Ho sbagliato e mi assumo ogni responsabilità”

Il kappaò con la Turris. L’arbitro non vede un fallo di mano, il presidente Lipori va su tutte le furie e chiede scusa: “Ho sbagliato e mi assumo ogni responsabilità. Spero solo che in futuro loro siano meno presuntuosi e arroganti”

CASORIA ‚Äì Finale fatale, atto secondo. Dopo aver subito il pari di Eroico in pieno recupero sette giorni prima in quel di Ischia, l’Lpg Group incassa la rimonta della Turris Octava nei minuti conclusivi nel match, registrando la prima sconfitta interna, ed in totale, in questo campionato ed il sorpasso dei corallini in classifica. Finale convulso a causa delle proteste veementi del club casoriano sulla rete del sorpasso decisivo, viziato da un fallo di mano di Iorio.

LA PARTITA – Gennaro Rizzo, tecnico della Lpg Group, rinuncia a Sapio infortunato ed opta per il quintetto formato da Fiore, Crisci, Iannone, Visconti ed Abate. Rosario Volpe, trainer dei corallini, deve fare a meno di Volpe e Romano ma recupera Fierro in dubbio alla vigilia. Sono i padroni di casa a sbloccare il match al minuto 7: combinazione sull’asse Abate-Visconti con quest’ultimo che firma l’1 a 0. Ma gli ospiti impattano il punteggio con Iorio al 16′ che finalizza uno schema su punizione, mandando le compagini al riposo sull’1 a 1. L’Lpg Group ripassa in vantaggio al 32′ della ripresa con un gran gol di Cocò Visconti che fulmina De Luca dalla media distanza. I corallini, però, sono duri a morire e trovano il punto del 2 a 2 con Acampa, sette minuti più tardi, che converte in rete l’assist di uno scatenato Iorio. Quando il cronometro segna il 44′ un tiro di Manco viene intercettato dalle mani di Ballarano: ammonizione per il calcettista ospite e calcio di rigore per l’Lpg Group. Visconti è freddo dal dischetto realizzando il 3 a 2 e la sua tripletta personale che gli consegnerà la vetta della classifica marcatori. Iorio, però, non ne vuole sapere di capitolare e con una girata fa 3 a 3 ad un minuto dal termine. Nel finale succede di tutto: Sarnataro si fa espellere per proteste (somma di ammonizioni), la Turris in superiorità numerica trova il punto del 3 a 4 ancora con Iorio, autore di una tripletta. Ma l’azione del sorpasso ospite è viziato da un fallo di mano dello stesso Iorio che ha scatenato le proteste veementi dei casoriani, inducendo il sig. Barbato di Castellamare a fischiare la fine della gara non decretando il recupero. A mente fredda, però, sorge spontanea una domanda: come ha fatto il sig. Barbato di Castellamare (con alcuni precedenti non proprio limpidi, ndr) a fischiare il calcio di rigore in favore dell’Lpg Group per un fallo di mani che c’era (ma di difficile interpretazione) e non chiamare lo stesso fallo di mano, ma ancora più netto di quello precedente, di Iorio? Ai posteri l’ardua sentenza.

POST-GARA INFUOCATO ‚Äì Non è mai facile digerire una sconfitta del genere, soprattutto quando vincevi 3 a 2 al 59′ della ripresa, vivendo (quasi) un replay di Ischia quando Eroico stoppò la corsa dell’Lpg Group in pieno recupero. Chi ne pagherà le conseguenze, più di tutti, sarà Giovanni Lipori. Il presidente-capitano del club casoriano, già espulso per proteste nel secondo tempo di gioco, è stato uno dei più caldi a protestare nei confronti del direttore di gara, colpendolo ed inducendo Barbato a fischiare la fine del match: Sono pentito di quello che ho fatto ‚Äì ammette il numero uno del sodalizio -, non dovevo comportarmi cos√¨. Siamo stati derubati, il fallo di mano è netto sulla rete del 4 a 3, come si fa a non fischiarlo? Comunque tutto ciò non giustifica la mia reazione, chiedo scusa per questo. E’ la prima volta che succede, mi prenderò la responsabilità ma continuerò ad allenarmi e mettere cuore , amore e passione per questa società. Sono sicuro che avrò una lunga squalifica, spero che anche Barbato verrà fermato. Alcuni arbitri devono capire di essere meno arroganti e presuntuosi. Dalle immagini si vede che il tocco di mani c’è, non vorrei che ci fosse premeditazione”.

Lpg Group – Turris Octava 3 – 4 (p.t. 1 – 1)

Marcatori: 7′ Visconti, 16 Iorio, 32′ Visconti, 39′ Acampa, 45′ Visconti, 59′ Iorio, 60′ Iorio.

Lpg Group: 12 Fiore, 30 Palmese, 2 Crisci, 5 Testoni, 6 Abate, 7 Iannone, 8 Mariano, 9 Marasco, 13 Visconti, 14 Lipori, 15 Sarnataro, 20 Manco. All. Gennaro Rizzo

Turris Octava: 1 Linguella, 12 De Luca, 10 Mollo, 19 Fierro, 8 Mazzarella, 20 Acampa, 3 Nardotti, Zurolo, Iorio, Marino. All. Rosario Volpe

Arbitro: Gabriele Bruno Barbato

Ammoniti: Visconti (Lpg Group), Ballarano (Turris Octava)

Espulsi: Sarnataro e Lipori (Lpg Group) per somma di ammoniziomi

Note: 100 spettatori presenti.

Ufficio Stampa Lpg Group

Condividi