Lega Pro. Colpaccio Casertana, Juve Stabia in momento no, azzurrostellati sconfitti al Torre

Sorride solo la Casertana nel pomeriggio di Lega Pro. I falchetti vincono contro il Lecce al Pinto grazie al gol di Ciotola nel primo tempo. Casertana che prosegue la sua partita con un uomo in meno e oltre a non subire l’attacco dei lupi salentini, rischiano anche di portare a casa un risultato più tondo. I falchetti arrivano a quota 33 punti sempre più consolidati nella zona play-off. Il Lecce cade e vede il Foggia agguantare la vetta della classifica. CLICCA QUI PER LA SINTESI

Delusione anche in casa Paganese. Al Marcello Torre passa il Catanzaro, che arriva a quota 21 punti, utilissimi per la questione salvezza. I giallorossi della Calabria riprendono la strada intrapresa in occasione della sfida contro il Lecce e riesce a portare a casa una vittoria figlia di cinismo e determinazione. Al 3′ Zanini con un colpo di testa insacca alle spalle di Liverani. Paganese che reagisce e riesce a trovare il pareggio solo al 27′ con Firenze. La squadra di Grassadonia cerca il gol del vantaggio, senza successo. Nella ripresa più Catanzaro che Paganese, ma le occasione scarseggiano. I giallorossi trovano la vittoria all’81’ con un tiro da fuori area di Icardi.

La Juve Stabia cade a Siracusa in una partita rocambolesca e piena di emozioni. I siciliani passano dallo 0-2 al 3-2. Primo tempo in cui le vespe vanno prima sull’1 a 0 grazie ad un rigore trasformato da Paponi, al 12′, poi al 29′ ancora il neo-acquisto raddoppia. Al 30′ il Siracusa accorcia le distanze con Scardina che fredda Russo con un colpo di testa. Sulla scia dell’entusiasmo al 43′ i siciliano sfiorano il pari ancora con Scardina. Nella ripresa Siracusa a tutto gas. Al 49′ arriva il pareggio con Catania. Il giocatore scatenato segna il gol 3 a 2, che viene però annullato per una posizione irregolare. Appena pochi minuti dopo, arriva un tiro sempre d Catania che si stampa sulla traversa. Juve Stabia non pervenuta e al 78′ cala il sipario con il gol del 3 a 2 segnato da Spinelli.

E mentre le vespe s allontanano dalla vetta restando a quota 44 punti, il Foggia cala il tris al Messina arrivando a conquistare il primo posto. Zona play-off: vince la Virtus Francavilla che accorcia il divario dalla quarta della classe e arriva a -5 riaprendo, cos√¨, qualsiasi discorso. Il Cosenza si ferma sul pareggio contro la Vibonese nel derby calabrese di Vibo. Un punto più utile per i vibonesi che arrivano a -1 punto dalla penultima, il Melfi perdente contro il Fondi. I laziali continuano il cammino nella zona play-off. Vince anche la Fidelis Andria contro il Taranto.

Giornata negativa per le ultime in classifica, che salvo i già citati Vibonese e Catazaro perdono. l’Akragas affonda a Francavilla Fontana, il Tarado ad Andria. La Reggina si ferma sullo 0 a 0 contro il Monopoli.

Resta da giocare la sfida tra Catania e Matera che potrebbe rimettere in discussione la questione capolista.

Redazione