Lega Pro. Alla Casertana il derby, Juve Stabia fermata dal Monopoli

Scende in campo la Lega Pro dopo circa due settimane di pausa. Per quel che riguarda le campane, sorride solo la Casertana, impegnata nel derby campano contro la Paganese

Al Punto si impongono i falchetti grazie ai gol di Ciotola e De Filippo. Un primo tempo tutto ad appannaggio della squadra di Grassadonia che si rende pericolosa con Reginaldo, ma senza riuscire a centrare il colpo grosso. La porta dei falchetti resta inviolata. La Casertana risorge nel secondo tempo e con cinismo riesce a beffare Chiriac.

La Juve Stabia torna in campo con l’obiettivo di vincere per non perdere la scia della altre due contendenti il titolo. Di fronte però si trova un Monopoli deciso a riagguantare la zona play-off. I pugliesi subiscono l’offensiva dei gialloblu in pieno dominio di gioco e campo, ma al 45′ vanno in vantaggio con Pinto. Secondo tempo di totale pressione per gli uomini di Gaetano Fontana, che non riescono ad insaccare prima dell’81’. Ripa segna il gol del pareggio, ma la vetta della classifica si allontana.

Sugli altri campi. Il Lecce ed il Matera continuano la loro corsa verso il primato. I salentini impegnati al Via del Mare contro il Melfi si affidano ai gol di Doumbia, Caturano e Mancosu per portare a casa tre punti fondamentali per la sfida a distanza con il Matera. Il Melfi prova a riaprire il match con Foggia al 45′, segnando il gol del temporaneo 2 a 1, ma la squadra di Padalino di forza si porta la vittoria a casa.

Il Matera di Auteri mette in campo un’altra prova di forza. Un risultato rocambolesco quello maturato al San Vito di Cosenza, dove i padroni di casa passano in vantaggio per poi essere recuperati dagli azzurri lucani. A marcare queste prime due reti sono Caccetta per i rossoblu e Negro per il Matera. Nel secondo tempo arrivano le altre marcature. Cosenza nuovamente in vantaggio al 56′ con Baclet, ma gli uomini di Auteri non ci stanno e prima pareggiato con Mattera e poi all’87’ completano la rimonta con il gol del definitivo 3 a 2 di Negro. Le due capilista segnano quota 46 punti, mentre la Stabia arriva a 44.

Stesso punteggio per il Foggia che rimonta contro la Vibonese, da 1 a 0 a 1 a 3. Per i satanelli un avvio choc ma Rubin inizia a mettere le cose in chiaro siglando il pareggio. La rimonta si completa con i gol di Mazzeo e Chiricò. Campilongo stecca la prima, regalando però un nuovo spirito ai suoi.

Per quanto riguarda i primi posti della zona play-off, oltre alle già citate Lucce, Foggia e Juve Stabia, restano abbondantemente in corsa Cosenza e Francavilla. I brindisini dopo la vittoria conquistata contro il Messina raggiungono quota 36 punti. Abbastanza lontani dai rossoneri del Foggia e distanziato il Cosenza, i neopromossi provano a dire la loro nella corsa a un posto in cadetteria.

Tra play-off e play out la sfids tra Siracusa e Taranto. Il match finisce sullo 0 a 0 che non accontenta nessuno. I siciliani restano all’11esino posto in classifica, mente il Taranto al 16¬∞.

Zona retrocessione. Reggina e Akragas si sfidano per cercare di allontanarsi dalla zona calda della classifica. Gli amaranto portano a casa la vittoria grazie a Porcino e Coralli, nel secondo tempo i siciliani provano a riagguantare il match con il gol di Gomez.

La giornata si concluderà luned√¨ sera con la sfida tra Fondie Catania, ma domani scenderanno in campo la Fidelis Andria ed il Catanzaro.

Cristina Mariano

Condividi