L’azzurra Anzanello: “Dopo il trapianto riparto dalla bici”

“Riparto dalla bici! Ormai tutte le squadre hanno gia’ iniziato la preparazione. Corsa al campo di atletica, chili e chili di pesi, ore ed ore in palestra ad allenare i fondamentali, dieta ferrea e tanta disciplina e spirito di sacrificio. Noi atleti siamo cosi’. Dopo il trapianto il mio fisico ha risentito molto dell’inattivita’, dell’operazione e dei mesi in ospedale. Adesso che sono passati quasi sei mesi sto ricominciando a riprendere possesso del mio corpo. E’ stato un percorso difficile e si prospetta ancora molto lungo il recupero”. Sono le parole di Sara Anzanello sul proprio sito. La centrale veneta dell’Azerrail Baku, sottoposta lo scorso 16 marzo a un trapianto di fegato, sta recuperando dopo un brutto periodo. “Ma se prima non riuscivo quasi a camminare, adesso posso affermare con orgoglio che andare in bicicletta e’ un buon modo per rimettere su quei muscoli che sono praticamente scomparsi dalle mie gambe”.

L’azzurra vuole rimettersi in forma al piu’ presto. “Siamo focalizzati sui nostri obiettivi per i quali lavoriamo con costanza e pazienza, siamo delle formichine che giorno dopo giorno si mettono alla prova per migliorare la loro prestazione. Gioiamo dei piccoli miglioramenti e non molliamo mai. Devo ammettere che la mentalita’ dell’atleta l’ho capita solo in questo periodo. Ne sono sempre stata conscia -aggiunge- ma prima era scontata, un qualcosa talmente intrinseco dentro di me che non c’avevo mai dato peso, mi veniva naturale”.

Condividi