LadieSoccerSportCampania www.sportcampania.it

LadieSoccer. Rosanna D’Epiro e le sue Napoli Ladies: “Gruppo nato per dare identità”

Il lato venusiano del calcio viene sempre considerato un lato oscuro, non affascinante, non spettacolare, che non merita attenzione e visibilità. Dietro questo lato ci sono atlete, allenatrici e anche giornaliste. Un lavoro certosino, quasi perfezionistico di persone che lottano contro la storia, ma anche contro la cultura per riuscire a svolgere l’attività che più amano senza sentirsi giudicate, guardate con sdegno e disgusto, ma soprattutto senza essere considerate come pezzi di carne posizionate lì per attirare l’attenzione e lo share davanti alla TV.

In questo senso Sport Campania ha deciso di dare visibilità al lato rosa del calcio, con la nostra nuova rubrica LadieSoccer. Per la decima uscita abbiamo deciso di raccontare Rosanna D’Epiro, presidente delle Napoli Ladies, gruppo organizzato di tifose azzurre tutto femminile.

Come nasce l’idea delle Napoli Ladies?

“In modo estremamente spontaneo perchè un congruo gruppo andava già allo stadio separate in vari settori (quelli dei mariti) e quindi decidemmo che fosse giusto raggrupparci per ottenere indipendenza e identità!”

Quante socie conta, ora il club?

“30”.

Una donna sugli spalti desta ancor oggi un certo disappunto, ma nel corso degli anni com’è cambiato l’approccio dei tifosi alle tifose?

“Quasi tutti hanno accettato che molti termini tecnici, appannaggio esclusivo degli uomini, possono essere pronunciati da noi donne con notevole cognizione di causa e competenza”.

La Curva della Lazio tempo fa voleva che le donne sedessero dietro,piuttosto che nelle prime file, così che potessero lasciare il posto agli uomini e agli ultras, come risponde a questo?

“Hanno detto tutto loro: hanno evidenziato senza alcun dubbio il rifiuto culturale nei nostri confronti e, senza alcuna polemica, preferisco rispondere con una battuta: esteticamente l’immagine migliorerebbe…”

Donne e pallone continua a essere un connubio non tollerato da molti, ma qual è l’importanza della donna nel tifo?

“Spesso riusciamo ad essere più equilibrate pronte a sminuire polemiche inutili che porterebbero ad atti inconsulti! Spesso non è facile ma cerchiamo di farlo”.

Napoli vittorioso contro la Juve, quant’è pesata l’assenza dall’Olimpico?

“Personalmente tantissimo, lo sport, tutto, senza il pubblico viene privato di una componente importante, ma era necessario e lo abbiamo accettato”

Gattuso uomo e allenatore ha dato un’impronta importante a questo Napoli facendosi mediatore oltre che tecnico, come valuta la sua gestione?

“Ottimamente. Chi ha vissuto esperienze dirette positive e negative riesce a trasmetterle in modo semplice ed incisivo, sa cosa dire e come dirlo”.

Condividi