La meglio gioventù. Atalanta, da Gyaabua a Medeiro passando per Cortinovis quanti giovani di qualità

Il calcio italiano è da sempre famoso per non puntare molto sui giovani emergenti, rendendo vani i richiami da parte di Roberto Mancini ct della Nazionale. Ci sono però piccole società che fanno dei giovani la propria arma, investendo più sul settore giovanile che su nomi top. Una di queste è sicuramente la Dea, l’Atalanta che da sempre punta molto sul proprio settore giovanile. La formazione primavera degli Orobici vanta 4 campionati, 3 Coppe Italia, 1 Supercoppa e 2 Tornei di Viareggio. I giovani atalantini sono allenati da Massimo Brambilla, ex centrocampista in carica dalla stagione 2017/18. Andiamo a scoprire alcuni talenti molto validi per il futuro della Dea, che oggi rendono grande la Primavera del presidente Percassi.

Matevz Dajcar-Portiere-  Ragazzone sloveno classe 2002, si è imposto titolare poco prima della nuova ondata di Covid. Cresciuto nella stessa scuola tecnica di Jan Oblak e Jasmin Handanovic, il portiere ha grandi doti in uscita alta ma anche grandi riflessi. Ottimo pararigori, in stagione è sceso in campo 2 volte, score di una rete subita e una porta inviolata. Arriva dalla formazione under-17 dell’NK Domzale. Valore di 400.000 euro.

Emmanuel Gyaabua-Centrocampista- 19 anni nasce in Ghana ma cresce in Italia, Emmanuel Gyaabua è un centrocampista molto fisico e veloce. Il fulcro della manovra di Brambilla, dai suoi piedi partone le azioni dei giovani orobici. Molto tecnico, abbina la velocità a grandi doti da recupera palloni. L’Atalanta lo ha acquistato dal Parma nella stagione 2015/16, viene spesso preso in considerazione dalla prima squadra di Gasperini. In questa stagione ha giocato sempre da titolare, accumulando 4 presenze nelle 4 gare disputate dai suoi. Vanta 61 presenze e 6 gol con le giovanili Azzurre, titolare fisso in Under-19 da ormai una stagione. Valore stimato sui 700.000 euro.

Alessandro Cortinovis-Trequartista- Dotato di grandi  doti tecniche, risulta essere uno dei maggiori talenti della squadra bergamasca. Capace di regalare magie e assist in grande successione, Cortinovis è dotato di grande personalità. La cosa non è passata inosservata a mister Gasperini che più di una volta lo ha aggregato in Prima Squadra. In stagione ha già realizzato 2 gol in 4 partite, viene apprezzato anche per la sua grande duttilità che gli permette di spaziare in mezzo al campo. In Nazionale conta 52 presenze e 5 reti con le varie selezioni giovanili, dallo scorso agosto gioca con la Nazionale Under-19. Valore stimato a 500.000 euro.

Olaf Kobacki-Attaccante- Attaccante polacco in grado di spaziare in tutti i ruoli d’attacco, è una piccola grande speranza per il futuro bergamasco.  Classe 2001 ha un discreto fiuto per il gol, in patria ha molti estimatori. Reduce da un piccolo infortunio ha trovato già la via della rete in stagione, mentre nella scorsa stagione ha giocato poco trovandosi davanti Roberto Piccoli. Con le selezioni giovanili polacche ha segnato 5 reti in 15 presenze con la nazionale dell’under-18. Valore vicino ai 300.000 euro.

Anwar Medeiro-Attaccante- Il golden boy della primavera di Brambilla. 18 anni nasce in Etiopia ma viene naturalizzato spagnolo, l’Atalanta lo ha prelevato dalla Masia del Barcellona. Esterno d’attacco dotato di grande tecnica e progressione veloce, ha grandi colpi da calcio di punizione, talvolta anche dalla lunga distanza. In Spagna era chiuso da un certo Ansu Fati prima e da Pedri poi, ragazzi d’oro oggi al fianco di Messi. Valutato mezzo milione dagli spagnoli, Medeiro è pronto a lasciare il segno in Italia.