La carica dei Mille al Vigorito, Benevento alza la voce

5 giorni fa la sorpresa, Oreste Vigorito come un fulmine a ciel sereno lascia il Benevento consegnando di fatto la squadra e il relativo titolo sportivo a Clemente Mastella, sindaco della cittadina Sannita. Giorni turbolenti, di apprensione per le sorti della società che ha fatto ultimamente la spola tra A e B.

Difficile capirne a fondo le motivazioni, cioè che appare certo è che la città della Strega si è fatta trovare pronta e si è mobilitata nell’immediato per provare a dimostrare vicinanza oltre che a manifestare la voglia di continuare con l’avvocato di Ercolano in regia. Una serie di striscioni a contraddire quello che sembra essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, poi due comunicati e oggi l’iniziativa che ha portato allo stadio circa 1000 tifosi che hanno riempito la Curva Sud per manifestare vicinanza assoluta e paura per il futuro della squadra.

Oltre ai tanti cori,più di mezz’ora di messaggi d’amore e affetto per la maglia e il presidente, è stato apposto uno striscione con la foto di Ciro Vigorito sul prato dello stadio a lui intitolato.

Un modo in più per richiamare l’attenzione di Oreste Vigorito, domani impegnato nella cena con Mastella dove lo stesso Vigorito prenderà la sua decisione definitiva.

Vigorito riflette, Benevento spera e intanto canta.