Juventus Woman- Chelsea Ladies 1-2. Cuore e dominio bianconere, le vice campionesse d’Europa soffrono ma la spuntano

Notte di stelle nella competizione delle stelle, notte di speranze e di sogni, notte di spettacolo. Nella notte di Torino si accendono i riflettori dello Stadium, si accendono i riflettori e sale la musichetta dei sogni, quella della Women’s Champions League. Juventus- Chelsea nello stadio degli uomini, davanti a 20mila spettatori, mai una squadra italiana aveva giocato competizioni continentali nella casa degli uomini. Juventus di Montemurro che a sorpresa si priva della migliore al momento, Arianna Caruso e scegli un assetto più coperto. Rispetto alla sfida al Napoli si rivedono Girelli, Bonansea, Rosucci e Peryaud- Magnin. Il Chelsea delle stelle, 5 candidate da France Football per il Pallone d’Oro Femminile, con l’undici migliore possibile, occhio a Ji e le conclusioni di Samantha Kerr. Juve prima dopo la prima giornata, Chelsea seconda a un punto. Dirige Ivana Martincic, croata.

La cronaca- Tanta qualità in campo, lo si nota dopo due minuti. Juventus subito avanti, Salvai lancia su Bonansea che rientra e calcia, murata e palla che impennandosi diventa golosa per Girelli, subito precisa in uscita alta Berger. Chelsea in difficoltà, la Juventus prova a trovare la luce ma se davanti faticano le inglesi dietro sono ermetiche. Ancora Juventus, palla perfetta di Lundorf per la girata in sospensione di Bonansea che mette paura a Berger che accompagna sulla traversa. Proteste bianconere e Stadium che diventa un catino , Bright si addormenta e regala palla alla velocissima Hurtig che salta Carter al limite dell’area, l’inglese rinviene e sbilancia la svedese di casa, per Martincic e tutto regolare.  30 minuti di Juventus, 30 minuti di un Chelsea poco in partita ed è un dato importante. Al primo affondo arriva però il gol delle vice campionesse d’Europa, la sblocca Curthbreat. Lancio millimetrico di Ji a cambiare lato su Curthbreat che rientra e si incunea in area, buco clamoroso della difesa bianconera con la quale l’esterno scozzese va a nozze, tiro di punta e Peryaud- Magnin battuta. La Juventus torna subito in partita, lancio di Gama a sorprendere la difesa inglese per un super Lina Hurtig che scappa via e si presenta davanti a Berger, la svedese resta su fino all’ultimo secondo, la connazionale sbaglia l’ultimo tocco e la palla scappa via. Lancio di Boattin, taglia fuori straordinario di Hurtig a libeare spazio per il tuffo in spaccata di BB11, Barbara Bonansea che batte Berger che nulla può. Subito 1-1, spettacolo, gol e pari meritatissimo della Juventus. Scherza con il fuoco Peryaud- Magnin che si addormenta e rilancia tardivamente addosso alla più forte d’Europa Samantha Kerr, palla che si spegne fuori. Finisce un bellissimo primo tempo, pari e tanta Juventus contro le vice campionesse d’Europa. La Juventus continua a mancinare gioco anche nella ripresa, Girelli si destreggia alla grende in area e appoggio a Boattin che ci prova, mura Carter ma il Chelsea è sotto assedio. Ora di gioco, il Chelsea torna a farsi vedere con forza. Kirby inventa per la girata flash di Harder che metta ad un passo dal palo di Peryaud- Magnin. La Juventus domina e lotta, punizione dai 30 metri e palla a giro di Cernoia, palla a centimetri dalla porta di Berger. Minuto 69, la Juventus cede alla fortuna e alla qualità delle inglesi. Triangolo Kirby, Kerr e Harder, la tedesca calcia a velocità tripla con Magnin che tocca a non tiene, 1-2 Chelsea. La seconda rete delle inglesi dà forza alle ospiti, tiro da fermo impressionante di Kerr, vola Peryaud-Magnin che tocca e mette sul palo. Finisce dopo 5 minnuti di assalti oltre il minuto 90, tanta tanta Juventus che viene applaudita dallo Stadium, Chelsea cinico e cattivo che la spunta con due conclusioni in porta. Classifica che vede Wolfsburg e Chelsea a 4 punti, a 3 la Juventus, 0 per le svizzere del Servette.

Juventus(4-3-3): Peryaud-Magnin; Lundorf, Gama, Salvai(71’Lenzini), Boattin; Rosucci(80’Caruso), Cernoia, Pedersen(88’Zamanian); Bonansea(72′ Bonfantini), Girelli(80’Staskova), Hurtig. All. Pepe Montemurro

Chelsea(3-4-3): Berger; Eriksson, Bright, Carter; Reiter, Ji(73’Ingie), Leupolz, Curthbreat(65’Fleming); Harder, Kerr, Kirby(83’Anderrson). All. Emma Hayes.

Ammonite:

Espulse: 

Arbitro: Ivana Martincic(CRO); Sanja Rodasiak( CRO), Maja Petravic(CRO); Jelena Kumer(CRO).