Juventus-Real Madrid 2-2. Llorente ed il Copenaghen salvano i bianconeri

Gol e spettacolo a Torino, ma la Juventus deve accontentarsi del 2-2 interno con il Real Madrid nella quarta giornata del girone B di Champions League. Apre le marcature Vidal su rigore al 42′. Nella ripresa i “blancos” di Ancelotti pareggiano con Cristiano Ronaldo al 7′.

Otto minuti piu’ tardi Gareth Bale firma la rete dell’1-2, la Juve non molla e al 20′ trova il 2-2 con Llorente. Si chiude 2-2, dunque, la sfida di Torino tra la Juventus e il Real Madrid al termine di 90 minuti combattuti e divertenti durante i quali nessuno si e’ risparmiato. La Juventus ha bisogno dei tre punti e fin dalle prime battute mette il piede sull’acceleratore. Il Real come da previsione prova a rispondere in contropiede e nel primo quarto d’ora si presenta un paio di volte dalle parti di Buffon, prima con Ronaldo e poi con Bale.

Ma la prima grande chance capita sui piedi di Pepe che per poco non rischia l’autogol: al 17′, infatti, su assist di esterno di Pogba, il numero 3 madridista devia verso la porta di Casillas che respinge, irrompe Marchisio ma la successiva conclusione viene ribattuta da Marcelo. Al 28′, invece, un gran cross dalla sinistra di Tevez trova il colpo di testa a colpo sicuro di Marchisio, ma ancora Casillas si salva ancora con il piede destro. Al 41′, pero’ il portiere spagnolo non puo’ nulla quando Vidal trasforma un rigore fischiato qualche istante prima dall’arbitro Webb per fallo di Varane su Pogba. In avvio di ripresa, al 7′, e’ Ronaldo (fischiatissimo dal pubblico bianconero per aver provocato l’espulsione di Chiellini nel match d’andata) a pareggiare, complice un clamoroso errore di Caceres. L’uruguaiano fa uno sciagurato retropassaggio che mette in azione Benzema, il franco-algerino vede l’inserimento di Ronaldo e serve il portoghese che in area ha il tempo di aggiustare la mira e superare Buffon. Passano otto minuti e il Real raddoppia quando su assist dello stesso Ronaldo, Bale infila il portiere bianconero con un preciso rasoterra. La Juve prova immediatamente a reagire e al 20′ la gara torna in equilibrio quando Caceres calibra un cross dalla destra che trova la testa di Llorente. Bravo lo spagnolo ad anticipare Varane e a trovare il palo piu’ lontano. Il finale e’ un susseguirsi di capovolgimenti di fronte che pero’ non producono ulteriori sussulti, finisce 2-2, mentre a Copenaghen i danesi battono 1-0 il Galatasaray di Roberto Mancini. (Agi.it) .

Condividi