Juventus-Napoli 4-3. Azzurri dalle due facce: strepitosa reazione, Koulibaly fa la frittata

Un Napoli dalle due facce esce sconfitto dall’Alleanz Stadium di Torino contro i campiondi d’Italia della Juventus. Dopo un primo tempo vistosamente sotto tono degli azzurri, che vanno sotto di due reti, nella ripresa arriva l’inaspetta rimonta quando il tabellino diceva 3-0 per i piemontesi. Una reazione d’orgoglio dei partenopei che hanno approfittato di un calo di intensità dei bianconeri, ma nel finale arriva l’autorete di Koulibaly che rovina la festa agli uomini di Ancelotti.

UNO DUE BIANCONERO – Un primo tempo con la Juventus che gestisce il possesso palla contro un Napoli che lascia giocare i bianconeri, aspettando l’opportunità giusta per colpire. Ronaldo prova a riscaldare i guantoni di Meret, ma è di Allan l’occasione migliore con Szczeny che riesce a rifugiarsi in calcio d’angolo. Proprio dagli sviluppi del corner arriva la prima rete, De Sciglio si infortuna ed è costretto ad uscire, entra Danilo che riprende una respinta e fa partire il contropiede diventando il finalizzatore sotto porta e mandando in vantaggio i campioni d’Italia. Pochi minuti e la Juventus raddoppia con Higuain, che manda in confusione Koulibaly e batte Meret. Il Napoli cerca di trovare il bandolo della matassa mentre i piemontesi fanno male e sfiorano in due occasioni la terza rete, emtrambe con Khedira, che prima si fa ipnotizzare da Meret e poi colpisce la traversa con una conclusione dal limite dell’area di rigore. Il doppio vantaggio stordisce i partenopei che non riescono a rientrare in partita, creando la prima trama offensiva solo nei minuti di recupero della prima frazione di gioco. Gli uomini di Ancelotti vanno a riposo sotto di due reti all’Allianz Stadium.

REAZIONE AZZURRA – Al ritorno dagli spogliatoi il Napoli manda in campo il nuovo acquisto Lozano, al posto di Insigne fermo per dei dolori muscolari. I partenopei cambiano modulo e danno accenno di crescita, ma non arriva la rete che riapre i conti, diversamente gli uomini di Sarri trovano la terza rete con Cristiano Ronaldo. Il Napoli riesce a trovare la forza per togliere il numero zero dalla tabella marcatori con Manolas, che riaccende le speranze degli azzurri. Il gol suona come una sveglia per la squadra di Ancelotti che riapre i conti con Lozano. Il match si infiamma, Douglas Costa colpisce la seconda traverse dei bianconeri, il Napoli ci crede, mentre la Juventus appare stanca. Una partita incredibile, i partenopei raggiungono il pareggio con Di Lorenzo, su azione di calcio piazzato. Sembrava una favola bellissima, ma nel finale arriva l’autorete di Koulibaly in pieno recupero, che consegna la vittoria alla Juventus.

TABELLINO DI GARA
JUVENTUS FC – SSC NAPOLI 1926: 4-3 (2-0 pt)

JUVENTUS
(4-3-3)

NAPOLI
(4-3-2-1)

Szczesny; De Sciglio (15′ Danilo), Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Khedira (60′ Emre Can), Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Higuain (75′ Dybala), Ronaldo Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam (46′ Mario Rui); Allan (74′ Elmas), Zielinski; Callejon, Fabian Ruiz, Insigne (46′ Lozano); Mertens
Allenatore: Giovanni Martusciello Allenatore: Carlo Ancelotti
Panchina: Buffon, Pinsoglio, Demiral, Rugani, Bernardeschi, Rabiot, Bentancur, Cuadrado, Manzukic Panchina: Ospina, Karnezis, Malcuit, Lupero, Hysaj, Maksimovic, Gaetano, Younes, Verdi
Indisponibili: Chiellini, Perin, Pjaca, Ramsey Indisponibili: Milik
direttore di gara: il signor Orsato della sezione di Schio
assistenti: Manganelli-Costanzo
IV Uomo: Pasqua
VAR-AVAR: Irrati-Schenonemarcatori: 16′ Danilo (J), 19′ Higuain (J), 62′ Ronaldo (J), 66′ Manolas (N), 68′ Lozano (N), 81′ Di Lorenzo (N), 92′ aut. Koulibaly (N)

ammoniti: Ghoulam (N), Di Lorenzo (N), Matuidi (J), Alex Sandro (J), Douglas Costa (J), Elmas (N)
espulsi:
angoli: 2-5
recuperi: 3’pt, 3’st

spettatori: 39.203 di cui 751 a sostegno degli azzurri

Dall’Allianz Stadium di Torino, Gianfranco Collaro

Condividi