Juventus-Napoli 4-3. Ancelotti: Prestazione insufficiente

Dopo la pirotecnica sconfitta contro la Juventus (4-3), il mister del Napoli Carlo Ancelotti ha analizzato cos√¨ il match dinanzi ai microfoni di Sky Sport: Non è stato un test positivo. La prima ora non l’abbiamo fatta bene. Nonostante il 3-0 siamo rimasti in partita, l’abbiamo raddrizzata, questo è vero. La gara poteva finire anche 3-3, non sarebbe cambiato il giudizio sulla prestazione del Napoli, che è negativa. Sul 2-0 la Juve ha agito in contropiede e noi abbiamo avuto il controllo. Poi l’abbiamo raddrizzata sulle palle inattive. Su di Mario Rui e Lozano? Ho messo due giocatori freschi, un po’ per le ammonizioni, un po’ per dare più peso in avanti. Abbiamo dato la possibilità alla Juve di pressare e prendere coraggio. Matuidi ha fatto un lavoro straordinario, ma lasciava spazio dal lato di Fabian. Però noi non siamo mai riusciti ad arrivare l√¨ con un passaggio pulito. Credo sia questa la chiave, perch√© poi gli spazi c’erano. Abbiamo tentato di pressare in avanti, a volte ci siamo riusciti. Nei gol loro la difesa era piazzata. Il problema è che quando ci sono 8 giocatori in area la marcatura deve essere stretta. Fabian Ruiz in affanno da trequartista? Non siamo riusciti a trovarlo. Nel secondo tempo ho messo Lozano l√¨ e siamo arrivati con più facilità perch√© c’era meno pressione. E Lozano ha fatto male. Troppi gol? La fase difensiva è un problema collettivo e di sacrifici. In questo momento bisogna sacrificarsi e lo stiamo facendo poco. Deluso? E’ normale quando non si vince. Sarei stato deluso anche se avessimo pareggiato. Non cambia molto un punto in meno o in più per noi. Certo, la Juve ha due punti in più. Ma avrei fatto le stesse considerazioni. Ora dobbiamo lavorare e ritrovare la forma migliore”.

 

Redazione

Condividi