Juve Stabia-Spezia 3-1. Canotto inarrestabile, Caló da spettacolo: le pagelle delle vespe

È stata una Juve Stabia straripante quella vista quest’oggi nel silenzio del Romeo Menti in occasione della 28esima giornata di Serie B. Dopo aver portato a casa appena un punto negli ultimi tre match disputati con Cittadella, Trapani e Pordenone, i gialloblù di mister Fabio Caserta sono tornati a provare la brezza della vittoria, mettendo ko con una super prestazione lo Spezia di Vincenzo Italiano. Le vespe hanno fatto la voce grossa, stendendo i liguri con uno scoppiettante 3-1. A firmare il successo dei gialloblù sono state le reti siglate da Caló, Forte e Bifulco. Allo Spezia non è bastato il gol su rigore di Matteo Ricci per cambiare l’economia del match. Dunque, la Juve Stabia ritrova la vittoria con una prestazione degna di nota. Tre punti d’oro per le vespe che riprendono di fatto la marcia verso l’obbiettivo salvezza.

LE PAGELLE DELLE VESPE

PROVEDEL: gli aggettivi per definirlo sono finiti da un bel pezzo. Sempre nel vivo del match. Anche oggi si mette in mostra con interventi strepitosi che in diversi frangenti risultato a dir poco fondamentali per la squadra di Caserta. La sua presenza tra i pali da grande sicurezza. Non può nulla sul gol dal dischetto di Matteo Ricci. Voto: 6,5.

FAZIO: una vera roccia. Mette in campo tanta garra e intensità. Da alla retroguardia gialloblù una solidità non indifferente. Dalle sue parti alza un muro quasi invalicabile per gli attaccanti liguri. Nel finale sfiora anche il gol del poker, stampando la sfera sul palo pieno. Voto: 7.

TROEST: sono davvero poche le sue sbavature. Preciso e determinato negli interventi. Attento e mai banale nelle scelte. Guida la retroguardia gialloblù con spiccata maestria. Voto: 6,5.

ALLIEVI: ancora una volta si fa trovare pronto. Risponde presente alla chiamata di Caserta sfornando un’egregia prestazione. Diligente e ordinato nelle uscite. Quando c’è da giocare duro, lui non si tira mai indietro. Voto: 6,5.

RICCI: la sua spinta sull’out sinistro è costante e proficua. Brucia la fascia senza sosta, risultando essenziale in entrambe le fasi. I suoi inserimenti sono una spina nel fianco per la difesa ligure. Voto: 6,5.

BUCHEL: forse il meno brillante delle vespe, ma il suo apporto alla manovra non manca mai. Da ordine al centrocampo gialloblù. Voto: 6. Dal 60’ BIFULCO: entra con il giusto piglio. Si cala subito nella verve del match. Mostra buone giocate e una grande voglia di incidere. Non a caso nel finale sigla la rete del 3-1 ribadendo in rete la respinta di Scuffet su conclusione di Canotto. Voto: 7,5.

CALÓ: sforna una prestazione ottima. Detta i tempi di gioco a centrocampo come un vero metronomo. Sprona i suoi mettendosi in mostra con giocate d’alta scuola. Ma la ciliegina sulla torta per il miglior assist-man della Serie B è la super punizione trasformata nel primo tempo che sblocca la gara. Voto: 8,5.

CALVANO: dopo essere rimasto ai box per diverso tempo a causa di una pulizia al ginocchio (ultima gara disputata: 23 novembre Juve Stabia-Salernitana 2-0), torna a vestire una maglia da titolare, ripagando la fiducia di mister Fabio Caserta con una prova degna di nota. Ad aprire le danze del match è proprio lui con una velenosa conclusione a giro che termina di un non nulla lato. Mette in campo quantità, qualità e tanta cattiveria agonistica. Calvano is back. Voto: 6,5. Dal 69’ IZCO: il suo ingresso porta tra le file dei gialloblù nuova linfa, oltre ad un provvidenziale ordine tattico. Voto: 6.

DI MARIANO: gioca bene tra le linee. Fa da giusto collante tra centrocampo e attacco. I suoi affondi in diverse circostanze mandano in tilt la retroguardia di Italiano. Voto: 6,5. Dal 76’ VITIELLO: entra con il giusto spirito. Il suo ingesso permette alle vespe di aumentare in maniera esponenziale la solidità difensiva. Voto: 6.

CANOTTO: un vero e proprio pericolo pubblico per la retroguardia dello Spezia. Corre a tutto campo senza mai fermarsi. I suoi strappi palla al piede sono micidiali. Cerca più volte il gol, ma non arriva. Ancora una volta si dimostra un arma al quanto micidiale per i gialloblù. Voto: 7.

FORTE: lo ‘squalo’ torna a guidare l’attacco e lo fa come al suo solito, ovvero, battagliando con grande determinazione su ogni palla. Anche oggi si è mostrato devastante. Ad ogni occasione ghiotta risponde sempre presente. Nel primo tempo sfiora il gol con un bolide terra-aria che conclude sulla traversa in seguito ad una splendida azione personale. Nella ripresa, invece, regala ai suoi la rete del raddoppio con una super punizione, che vale la sua tredicesima marcatura in stagione. Voto: 7.

 

Nunzio Marrazzo