Juve Stabia. Padalino: “Felice di essere approdato in un grande club, faremo un campionato all’altezza”

La Juve Stabia ha scelto Pasquale Padalino come degno successore di mister Fabio Caserta. Dopo la deludente e amara retrocessione in Serie C, la società gialloblù del presidente Andrea Langella ha deciso di rilanciare le proprie ambizioni in vista della prossima stagione affidandosi all’esperto tecnico di Foggia.

A spingere la Juve Stabia a puntare in maniera forte e decisa sul trainer pugliese è stato proprio il neo direttore sportivo delle vespe Filippo Ghinassi. Pasquale Padalino si è legato alla società termale firmando un contratto fino al 2021. Dunque, il trainer pugliese ha un anno di tempo per convincere il club gialloblù ad aver fatto la scelta giusta. Per Padalino si tratta della prima avventura in Campania. Il tecnico classe 1972, che preferisce su tutti il 4-3-3 come modulo cardine, nel corso della sua carriera è stato alla guida di squadre come Nocerina, Grosseto, Matera, Lecce e Foggia. A queste esperienze vanno aggiunte anche quelle raccolte con Pisa ed Hellas Verona, in cui Padalino vestiva i panni del vice di Gian Piero Ventura.

Proprio oggi in casa Juve Stabia è andato in scena il Padalino day. Il neo tecnico delle vespe, spalleggiato per l’occasione dal ds Ghinassi e dall’amministratore unico Improta, è stato presentato agli organi di informazione presso la sala stampa dello stadio Romeo Menti di Castellammare di Stabia. Ecco le prime dichiarazioni rilasciate da Pasquale Padalino da tecnico della Juve Stabia: “Voglio ringraziare la società per le belle parole spese e per la fiducia riposta nei miei confronti. Mi è stata affidata un’enorme responsabilità. Quando sono stato contattato dal ds Ghinassi ci siamo poi incontrati in Toscana e lì mi ha trasmesso grande fiducia ed entusiasmo. Sono qui per fare bene. Difficile dire di no ad un gran club come la Juve Stabia. Vogliamo fare un campionato dignitoso e all’altezza della piazza che non ha nulla da invidiare ad altre ambiziose realtà che andremo ad affrontare nel prossimo campionato di Serie C. Faremo di tutto per dare grandi soddisfazioni alla nostra tifoseria. Abbiamo tempi ristretti, ma siamo pronti. Ora pensiamo alla rosa da costruire. La mia voglia di ripartire è la stessa di questa società. Questa forza ci tornerà utile per la stagione: siamo positivi. La rosa? Si partirà quasi da zero. Abbiamo tracciato delle linee guida nella composizione dell’organico. Tuttavia, la squadra che metteremo su sarà poliedrica così da vincolarci ad un singolo sistema di gioco”.

 

 

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi