Juve Stabia. Avvio a fari spenti tra sfortuna ed errori arbitrali

In queste prime giornate di campionato, non si può dire di certo ch√© la Juve Stabia abbia avuto la fortuna dalla sua. Fatta eccezione per la trasferta di Pescara, le vespe hanno sempre espresso un ottimo gioco, a tratti dominando anche l’avversario, come nel caso della gara casalinga con lo Spezia, e rischiando più volte il vantaggio, salvo poi essere condannata da una gravissima disattenzione difensiva.

A Reggio Calabria la compagine di Braglia ha giocato discretamente, trovando il vantaggio all’inizio della ripresa e nel momento in cui avrebbe dovuto gestire il vantaggio, la squadra è andata in tilt, subendo l’offensiva locale, capitolando per ben tre volte. Forse, uno dei fattori che ha inciso in questo avvio difficile delle vespe sono stati gli errori arbitrali. Il più eclatante, sin qui, subito alla seconda giornata di campionato, quando l’assistente ‚Äòin gonnella’, partita in ritardo, segnalò un fuorigioco inesistente di Mezavilla, che a tu per tu con Leali non fall√¨, ma si vide annullare il gol per colpa di questa clamorosa svista.

Non fu l’unico neo poich√© sempre la stessa assistente, ormai in preda dei suoi errori, inanellò una serie di decisioni più che discutibili, che condizionarono non poco quella sfida. Altro torto subito nella trasferta di Reggio Calabria: il gol di Di Michele scaturisce da un fallo a dir poco dubbio. In più, al momento dell’assist, il bomber reggino si trovava aldilà della linea dell’ultimo difensore stabiese di almeno venti centimetri. Un gol in fuorigioco che diede il là alla rimonta dei calabresi.

Anche la gara col Siena è stata contrassegnata da qualche episodio che ha fatto discutere. Dopo il rigore di Vitale, l’arbitro non ha più seguito una direzione uniforme, concedendo tante punizioni dai 25 metri alla formazione senese. Di certo, come ha detto Braglia in una delle ultime conferenze, i fischietti italiani non sbagliano per loro volontà, ancor più non possono costituire l’alibi principale dei scarsi risultati ottenuti dalle vespe.

Per scacciare i fantasmi e i dubbi relativi agli ultimi arbitraggi, meglio concentrarsi sul campo e provare ad aggiornare subito la casella delle vittorie a partire dalla trasferta di Cittadella.

Gianluca Brancati

Condividi