Juve Stabia. A Matera per prolungare la striscia positiva di risultati

La Juve Stabia cerca il tris in campionato al di là delle mure amiche. Allo stadio XXI Settembre le vespe di mister Zavettieri affronteranno domani sera alle ore 20,30 Il Matera, club sulla carta partito tra i favoriti per la corsa promozione, e che a sorpresa è partito ad handicap e ora si ritrova relegato quasi a fondo classifica. La partita contro gli etnei ha riacceso gli entusiasmi nello spogliatoio, cos√¨ come tra i tifosi, si giocherà per dare continuità alla mini serie positiva ed un’eventuale vittoria a Matera sarebbe di importanza vitale per dare un seguito importante ai risultati, coinciso con l’avvento di Zavettieri in panchina. Il trainer è partito con il piede giusto, ma la partita è ostica, si sa, e ne è consapevole anche lui che oggi ha parlato in conferenza stampa: La partita con il Catania sicuramente ci potrà dare una mano dal punto di vista psicologico, vincere fa sempre bene ‚Äî secondo quanto si apprende dai colleghi di ViViCentro presenti in quel di Casola‚Äî. Ora però la testa deve essere concentrata totalmente a domani, mercoled√¨ abbiamo deciso con la società di presentarci a Foggia con la Berretti perch√© abbiamo alcune defezioni importanti, sono contento della prova di alcuni giovani e anche quella di Celin, il quale potrà darci una mano sicuramente, anche se ora forse non ha neanche 45‚Ä≤ minuti nelle gambe perch√© non giocava da un anno ed era reduce da un infortunio. Andiamo a giocare su un campo ostico contro una squadra in ripresa dopo la vittoria di Catanzaro, sicuramente loro vorranno vincere a tutti i costi per doppiare il risultato conseguito a Catanzaro ma noi non dobbiamo avere paura di nessuno, voglio una squadra cattiva, una squadra che faccia paura agli avversari. Noi abbiamo rispetto per gli avversari ma voglio che il Matera abbia paura di affrontare una grande squadra come la Juve Stabia, mi aspetto tantissimo dalla prova di domani, forse è la più difficile di quelle affrontate finora nella mia gestione. Per quanto riguarda l’infermeria domani devo valutare le condizioni di Polak e Gomez che non sono al 100% mentre Arcidiacono e Vella credo saranno disponibili contro il Benevento. Il reintegro di Albadoro? Sono felicissimo per lui, ho lavorato con lui a Bari e devo dire che è un grande uomo prima che un fortissimo giocatore. Per me, quando è al 100%, è di categoria superiore, gli auguro di fare benissimo a partire dalla gara dopo quella contro di noi.

Di sicuro appare indolore la recente sconfitta di Foggia in Coppa Italia, con la Juve Stabia scesa allo Zaccheria con una formazione priva dei titolari e con molti giocatori della Berretti. La cura Zavattieri sta funzionando, 7 punti in 3 gare è il bottino del tecnico calabrese, che vuole continuare a far bene e riportare la squadra di Castellammare a lottare per gli obiettivi proclamati ad inizio stagione. Per quanto riguarda le disposizioni tattiche, un po’ per scelte obbligate, un po’ perch√© ha avuto conferme importanti, il tecnico sembra quindi intenzionato a schierare lo stesso undici che ha sconfitto il Catania anche a Matera. Probabile la conferma del 4-4-2, modulo più adatto attualmente alle esigenze degli uomini a sua disposizione. Polito tra i pali, Romeo e Liotti sugli esterni, Polak e Migliorini centrali, questo il pacchetto arretrato che dovrà controllare gli attacchi di Letizia e co. A centrocampo Carrotta a destra, Obodo e Favasuli in mezzo, e a sinistra Contessa, trasformato da Zavettieri in ala offensiva. L’attacco è affidato al tandem Gomez-Nicastro. Anche questa settimana qualche tribolazione legata alle notizie provenienti dall’infermeria, i dubbi del trainer di Melito Porto Salvo riguardano Polak e Gomez, usciti anzitempo per problemi muscolari nella partitella in famiglia, dubbi che verranno sciolti solo nella rifinitura prepartita. Non arruolati Arcidiacono e Vella che, a detta del mister, potrebbero rientrare già alla prossima, nonch√© i lungodegenti Cancellotti, Ripa e Maiorano. Ritorna disponibile De Risio e Bombagi che al di là della prodezza valsa tre punti contro il Catania, potrebbe subentrare a gara in corso, visto che finalmente ha macinato qualche minuto di calcio giocato dopo cinque mesi di assenza. Prima convocazione in campionato per Celin, In risalto in terra pugliese autentica sorpresa nello scacchiere gialloblu. Il calciatore ha convinto in pieno l’allenatore nella sfida di Coppa, tanto è vero che in Basilicata andrà in panchina e potrebbe rappresentare l’occasione di mettersi in mostra, eventualmente dovesse ritagliarsi uno spezzone di partita. Il brasiliano con passaporto italiano, ha dimostrato di avere grandi doti tecniche e fisiche e sicuramente darà una grossa mano in questo periodo in cui c’è emergenza in attacco. Da superare la squadra lucana che tra le proprie fila annovera l’ex Gammone calciatore venosino che ha indossato la casacca gialloblu nella passata stagione. Quasi sicuramente, però, non potrà affrontare la sua ex squadra, in quanto vittima di infortunio. Dovrebbe esserci invece Diego Albadoro altra conoscenza alle falde del Faito. Su di lui i ricordi sono meno recenti ma più vividi. Prima di approdare a Matera, via Bari, il centravanti napoletano è stato protagonista della storica promozione in B nel 2011, con 8 gol messi a referto, e a più riprese è stato corteggiato in estate, tanto che sembrava vicino un suo ritorno. Al termine dell’allenamento di rifinitura, svolto questa mattina presso lo Stadio Comunale di Casola, il tecnico Nunzio Zavettieri ha reso nota la lista dei nr. 21 calciatori convocati. Assenti gli infortunati Cancellotti, Maiorano, Ripa, Russo, Vella. Portieri: Mascolo,Modesti, Polito. Difensori: Carillo, Contessa, Liotti, Migliorini, Mileto, Polak, Romeo. Centrocampisti: Bombagi, Buondonno, Carrotta, De Risio, Favasuli, Obodo. Attaccanti: Arcidiacono, Celin-Padovani,Gatto, Gomez, Nicastro. Sarà il signor Luca Massimi della sezione arbitrale di Termoli a dirigere il match. Non c’è alcun precedente tra Massimi e Juve Stabia e Matera. A coadiuvare il direttore di gara di Termoli, domani sera, ci saranno gli assistenti Stefano Squarcia, della sezione di Roma 1, e Riccardo Fabbro di Roma 2. Ad osservarli ci sarà Umberto Di Miero della sezione di Salerno.

Armando Mandara

Condividi