Italia- Moldova 3-0. Azzurre trascinate dalle due punte di diamante Girelli-Giacinti, agile vittoria alle ragazze dell’Est

Comincia la rincorsa per il Mondiale 2023 Femminile, primo ostacolo la nazionale numero 94 del ranking, la Moldova.  A poco più di 3 mesi dalla qualificazione agli Europei della prossima estate, le Azzurre vanno alla ricerca di un successo per avviare alla miglior maniera il girone. Si gioca a Trieste, una sfida dai ricorsi storici, il 15 settembre 2017 iniziava il percorso di qualificazione ai mondiali di Francia 2019, contro la Moldavia con l’esordio di Milena Bertolini in panchina. Dirige la signora Watson, scozzese.

La cronaca- Spira il solito vento su Trieste, suona il Canto degli Italiani ed è tutto pronto per la prima battaglia verso i Mondiali di Australia e Nuova Zelanda. Azzure in completo “Home Jersey” Azzurro, Moldave con il classico rosso damascato in pieno stile dell’Est Europa, in giallo la terna scozzese diretta da Watson. Primi due minuti, primo affondo in grande stile per le ragazze di Bertolini. Esce in bello stile la nostra Nazionale con lo scambio Rosucci- Gama, palla per Bonansea che si abbassa e apre di fascia per l’affondo di Bergamaschi che va alla centrata arretrata su Rosucci, stop e tiro che però si perde a lato. Moldova che scherza con il fuoco, eccesso di confidenza  doppio in fase di uscita, prima palla regalata a Bonansea che si inserisce ma perdere l’attimo giusto per la conclusione. Subito dopo palla letteralmente a Bartoli che ci mette la gamba e poi va al traversone, doppio errore di lettura delle centrali ospiti, palla per Bonansea che prova il lob in pallonetto, palla facile per Munteanu. Prove generali per il gol, che arriva al minuto 15. Cernoia riceve da una sontuosa Giugliano, traversone dentro per lo stacco di Girelli dimenticata dalle avversarie, clamorosa parata di Munteanu, palla che resta lì ed è tutto facile per Girelli sbloccare. Rete numero 45 con la Nazionale, una delle bomber migliori d’Europa, sicuramente la migliore d’Italia.  Minuto 26, ancora Giugliano per Bonansea stavolta, lob basso per Giacinti a rimorchio, la punta dell’Milan viene agganciata da Colesniceco, rigore e solo richiamo verbale per la già ammonita Moldava. Dagli undici metri ancora Girelli, palla alla sinistra bassa di Munteanu che si tuffa sulla destra. 2-0 Italia all’alba della mezz’ora, doppietta Girelli. Lancio lungo di Giuliano alle spalle della difesa ospite, Giacinti si muove alla grande e si trova a tu per tu con Munteanu che però fa il miracolo ipnotizzando la punta, sulla ribattuta Cernoia dentro ancora per Giacinti che di prima gira alla grande alle spalle di Munteanu. 3-0 per la ragazze Azzurre, la decidono le  punte.  Italia sempre all’attaco, Moldavia che difficilmente arriva alla metà del campo. Angolo di Cernoia, dimenticata Linari che ci arriva di piattone, palla alta sopra la traversa. Italia da PlayStation, giocata Giugliano- Rosucci tutta con il tacco per liberare il collo esterno di Bonansea, palla che si spegne sulla traversa. L’ultima occasione della sfida arriva sui piedi di Bonansea, giocata a mandare fuori giri tre Moldave e tiro all’ingresso in area, vola Munteanu in due tempi. Finisce il primo tempo, 3-0 Italia con l’Italia che domina con le ospiti mai oltre la propria metà campo. Inizia la ripresa, nessun cambio nella nostra selezione, uno nelle Moldave con Chirica a prendere il posto di Colnic. Italia che accende i motori anche nella ripresa, pallone clamoroso di Giugliano verso l’inserimento di Bergamaschi che arriva stanca e calcia in curva. Bello il lancio illuminante, bella la conclusione, manca l’esecuzione. Palla vacante a limite d’area, Giugliano di prima su Bergamaschi che va alla botta di collo dai 20 metri, vola Munteanu che tocca quanto basta per mettere la palla a baciare la traversa e scappare in angolo. Ora di gioco, tiene la Moldavia che evita la batosta almeno per il momento. Giocata preziosa in un fazzoletto di Barbara Bonansea per la testa di Giacinti che gira male, sulla traettoria Girelli di testa verso i pali, palla alta di pochissimo. Altra illuminazione, altro filtrante di Giugliano, si addormenta Giacinti ma arriva Serturini che prova il tap-in toccato da Munteanu, completa l’opera Prisicari. Ancora un filtrante di Giugliano stavolta per Glionna che si inserisce e ci prova in diagonale, para di piede Munteanu. Partita sontuosa di Giugliano, tante idee ed esecuzioni di qualità. Nel finale punizione di Girelli, parabola perfetta a scendere sul palo più lontano, si esalta ancora Munteanu. Finisce così, solo Italia che non riesce però specialmente nella ripresa a concretizzare le tantissime occasione avute. Doppietta di Girelli e rete di Giacinti, finisce 3-0 Italia allo stadio Rocco di Trieste.

Italia(4-3-3)- Giuliani; Bergamaschi(57’Serturini), Gama(57’Salvai), Linari, Bartoli; Giugliano(80’Caruso), Rosucci, Cernoia(71’Boattin); Bonansea(71’Glionna), Girelli, Giacinti. CT.  Milena Bertolini

Moldova(4-4-2)- Munteanu; Mitul, Prisicari, Cerescu, Covali; Tabur, Colesniceco, Topal, Mardari(85’Tez); Colnic(46’Chirica), Chiper, CT. Eduard Blanuta

Ammoniti- Colesniceco(MOL), Chirica(MOL), Topal(MOL)

Espulsi-