Ischia. Il Lecce passa al “Mazzella”, Moscardelli e Papini matano i gialloblù

Terza sconfitta consecutiva per l’Ischia Isolaverde che con una formazione largamente rimaneggiata cede il passo al quotato Lecce. Come detto, tante le assenze per mister Di Costanzo che doveva rinunciare a Spezzani, Palma, Filosa e all’ultimo secondo anche a capitan Armeno, fermato da un problema alla coscia. I gialloblù scendono in campo con il consueto 4-4-2: linea difensiva composta da Florio e Bruno laterali con Moracci e Savi centrali, in mediana Acampora e Di Vicino con Pepe e Porcino esterni, in avanti Gomes e Kanoute.

Rispetto alla gara di Melfi, l’approccio degli isolani è totalmente opposto. I salentini faticano a rendersi pericolosi anche a causa dell’organizzazione difensiva dei gialloblù che a loro volta collezionano calci d’angoli. Già a metà primo tempo, Di Costanzo è costretto al primo cambio con Florio che abbandona il terreno di gioco per un colpo subito alla caviglia, al suo posto entra Blasi. Al 27′, prima azione pericolosa dei pugliesi: scambio tra Surraco e Lepore che appena entrato in area di rigore impegna Iuliano che si rifugia in angolo. Dal corner, i salentini si divorano la rete del vantaggio con Alcibiade che da buona posizione grazia Iuliano che para centralmente. Passano sei minuti e il Lecce passa in vantaggio: liscio clamoroso di Savi che spiana la strada a Moscardelli che con un diagonale beffa Iuliano. Il primo tempo si conclude sullo 0-1. Ad inizio ripresa, primo cambio nel Lecce con Doumbia che prende il posto di Sowe. Al 47′, Moscardelli trova nuovamente la via della rete con una conclusione dai venti metri che sorprende Iuliano. I gialloblù tentano la reazione: al 55′, Gomes imbeccato da Acampora si fa anticipare in uscita bassa da Bleve. Passano quattro minuti e Kanoute sfiora la rete con un tiro che si spegne di poco dal palo sinistro di Bleve. Al 68′, il Lecce ipoteca il match con Papini che sugli sviluppi di un calcio d’angolo mette la palla alle spalle del colpevole Iuliano. A due minuti dal termine, il neo entrato Moreira Barbosa viene espulso per condotta violenta. Prossimo impegno in quel di Caserta, sabato alle ore 20.30.

ISCHIA ISOLAVERDE-LECCE 0-3

ISCHIA ISOLAVERDE: Iuliano, Bruno, Porcino, Florio (23’pt Blasi), Moracci, Savi (26’st Guarino), Kanoute (32’st Moreira Barbosa), Acampora, Gomes Aldaje, Di Vicino, Pepe. A disp. Modesti, Guarino, Pistola, De Clemente, Manna,Di Donato. Allenatore: Nello Di Costanzo.

LECCE: Bleve, Alcibiade, Legittimo, Papini (32’st Lo Sicco), Cosenza, Abruzzese, Lepore, Salvi, Moscardelli (15’st Curiale), Surraco, Sowe (1’st Doumbia). A disp. Benassi, Liviero, Camisa, De Feudis, Carrozza, Caturano, Vecsei, Beduschi. All. Piero Braglia.

ARBITRO: Antonio Giua di Pisa (Ass.Marco Pancioni di Arezzo e Federico Granci di Città di Castello)

MARCATORI: 33’pt, 2’st Moscardelli (L), 23’st Papini (L).

NOTE: Spettatori 691 (quota abbonati 196) per un incasso di ‚Ǩ 3,563,65. Ammonito: Alcibiade (L), Savi (I), Porcino (I), Di Vicino (I). Espulsi: al 43’st Moreira Barbosa (I) per condotta violenta. Angoli: 7-5 per l’Ischia. Recupero: 2’pt-5’st.