Ischia-Foggia 1-1. A Sarno risponde Mancino, amaro pareggio al “Mazzella”

Termina 1-1 la partita tra l’Ischia Isolaverde e il Foggia. Una buona prova degli isolani che soprattutto nel primo tempo hanno messo sotto i quotati avversari. Mister Bitetto, ancora una volta in emergenza: Patti e Filosa recuperano in extremis, Armeno non al meglio della condizione, Moracci e Porcino in panchina per la presenza. L’Ischia parte forte, al 2‚Ä≤ Meduri impegna Narciso, il portiere foggiano sessanta secondi dopo stende Orlando lanciato a rete, il signor Zanonato lascia proseguire tra le veementi proteste del pubblico del Mazzella. I pitecusani spingono sull’acceleratore: al 13‚Ä≤ Kanoute si guadagna un calcio di rigore dopo un contatto con Loiacono. Dal dischetto Mancino prova a imitare la prodezza di Catania ma la palla sorvola la traversa a portiere spiazzato. Gli ospiti si fanno vedere dalle parti di Iuliano al 19‚Ä≤ con un diagonale di Floriano che sibila il palo. Passano quattro minuti e i dauni si portano in vantaggio: conclusione dai venticinque metri di Di Chiara, Iuliano respinge con i pugni, Sarno raccoglie la palla e con un tiro a giro la mette nel sette. L’Ischia reagisce e va vicino al pareggio al 33‚Ä≤: ottima giocata tra Mancino e Kanoute, il senegalese entra in area appoggia per Orlando che fa partire un diagonale troppo largo che per poco non diventa un assist per Izzillo. Al 38‚Ä≤ arriva i pareggio: Armeno appoggia sulla sinistra per Kanoute che elude l’intervento di un avversario crossa basso al centro dove trova libero Mancino che di sinistro indovina l’angolo lontano. Nella ripresa, buon approccio dei satanelli che si rendono pericolosi con Iemmello, Iuliano para in due tempi. Al 55‚Ä≤, Foggia in dieci: ingenuità di Di Chiara che già ammonito simula platealmente in area ischitana, il fischietto veneto non puo’ far altro che cacciare il secondo giallo. Nonostante la superiorità numerica, l’Ischia non riesce a rendersi pericolosa. Al 68‚Ä≤, gli ospiti rimangono in nove per la doppia ammonizione di Agostinone, da poco entrato. L’Ischia chiude il Foggia nella propria metà campo ma si fa vedere di rado dalle parti di Narciso. A cinque dal termine, Orlando ha l’occasione del match ma a pochi passi dal portiere spedisce la palla sulla traversa. Un punto che porta l’Ischia a quota undici in classifica.

ISCHIA ISOLAVERDE-FOGGIA 1-1

ISCHIA ISOLAVERDE: Iuliano, Florio, Patti, Filosa, Izzillo, Meduri, Armeno, Calamai, Orlando, Mancino, Kanoute. A disposizione: Mirarco, Guarino, Savi, Moracci, Bruno, Bargiggia, Manna, Porcino, Palma. Allenatore: Leonardo Bitetto.

FOGGIA: Narciso, De Almeida Angelo, Di Chiara, Agnelli, Loiacono, Gigliotti, Gerbo, Coletti, Iemmello (42’st Viola), Sarno (11’st Agostinone), Floriano (24’st Bencivenga). A disposizione: Micale,De Giosa, Riverola, D’Allocco, Lodesani, Sainz-Maza, Bollino,Tarolli, Sicurella. Allenatore: Roberto De Zerbi.

ARBITRO: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza (Ass. Pietro Guglielmi e Daniele Colizzi di Albano Laziale)

MARCATORI: 23’pt Sarno (F), 38’pt Mancino (I).

NOTE:Spettatori 799 (quota abbonati 186) per un incasso di ‚Ǩ 5.088,65. Ammoniti: Di Chiara (F), Calamai (I), Gerbo (F),Agostinone (F), Agnelli (F), Armeno (I). Espulsi: al 10’st Di Chiara (F) per doppia ammonizione, al 23’st Agostinone (F) per doppia ammonizione. Angoli: 7-2 per l’Ischia. Recupero: 0’pt-4’st.

Condividi