Inter. Moratti lascia, Thohir presidente, Suning al 68%: “Torneremo gloriosi”

L’annuncio che tutti attendevano è arrivato: l’Inter ha una nuova proprietà ed è cinese, Erick Thohir per adesso resta presidente mentre esce definitivamente di scena Massimo Moratti. La conferenza stampa convocata a Nanchino toglie anche gli ultimi veli: “F.C. Internazionale e Suning Holdings Group annunciano con soddisfazione la firma di una storica partnership strategica. Suning Holdings Group acquisirà la maggioranza dell’Inter, club riconosciuto in tutto il mondo tra i più prestigiosi per storia e tradizione”. In particolare il gruppo cinese rileverà il 68,55% del club con International Sports Capital che “sarà azionista di minoranza unico, con Erick Thohir che continuerà alla guida del club come presidente. Internazionale Holding cesserà di essere azionista, con Massimo Moratti che uscirà dal club dopo averne scritto per anni la storia gloriosa conseguendo prestigiosi successi, tra cui il Triplete nel 2010, che resterà per sempre indimenticabile”. “Questo storico accordo costituisce per l’Inter un’occasione di crescita senza precedenti in Cina, perch√© il nostro Paese diventerà la seconda patria nerazzurra – le prime parole da nuovo proprietario di Jindong Zhang, presidente di Suning Holdings Group – Inoltre, gli investimenti e le risorse di Suning renderanno l’Inter capace di tornare a gloriosi successi e diventare sempre più forte, attraendo le stelle del calcio mondiale”. Il fondatore della Suning rivela poi di come sia stato fondamentale conoscere Massimo Moratti, che “mi ha quasi influenzato a intervenire e a continuare la crescita dell’Inter. E’ una responsabilità molto grande per me entrare in una squadra come l’Inter, acquisirla fa parte della nostra strategia di diventare leader nel gruppo dello sport nei prossimi 5 anni”. Da Zhang, infine, parole che fanno sognare i tifosi: “Noi vogliamo fare un’Inter ancora più forte dal punto di vista sportivo e commerciale, farla crescere ulteriormente anche dal punto di vista internazionale. Renderemo l’Inter ancora più forte, una delle migliori squadre della Serie A e del calcio europeo. Renderemo l’Inter magnifica come lo è stata nell’era Moratti: lui fece arrivare all’Inter giocatori storici, noi vogliamo ricostruire la gloriosa storia di questa squadra ripercorrendo la sua idea. Da quando sono stato a San Siro sono diventato anch’io tifoso nerazzurro e l’arrivo di Suning garantirà un futuro ancor più importante all’Inter. Thohir, dal canto suo, sottolinea come la nuova partnership porti la società nerazzurra a “compiere un passo rivoluzionario verso il futuro, un nuovo, decisivo, passo in avanti nel progetto di far ritornare l’Inter al posto che le compete, tra i top club mondiali. Le intenzioni del gruppo Suning sono serie e parte di una strategia internazionale molto importante. In questa era dei super club, per essere competitivi, l’Inter ha bisogno di giocatori di livello mondiale, di infrastrutture e investimenti sui giovani. E’ per questo che accogliamo con grande gioia l’ingresso di Suning, che ha grandi progetti per il futuro. Insieme possiamo portare questo club all’apice e raggiungere grandi traguardi lavorando duramente”. Presente a Nanchino anche il vicepresidente nerazzurro, Javier Zanetti. “Far parte adesso di un gruppo forte, competente e con grandi visioni come Suning può portarci a fare un grande lavoro e a rendere felici i nostri tifosi – le sue parole – Il prossimo anno il nostro obiettivo è costruire una squadra forte che sia protagonista in campionato e in Europa League, con l’obiettivo ultimo di arrivare alla Champions che rimane per noi la competizione più importante e che più si addice ad un club come il nostro.