Inter-Benevento 6-2. La Strega non incanta il biscione, nerazzurri a valanga sui sanniti

Inizia con un amarezza il 2019 del Benevento. Termina al San Siro l’avventura in Coppa Italia dei ragazzi di mister Cristian Bucchi. Si fermano agli ottavi i sanniti sconfitti quest’oggi dall’Inter di Luciano Spalletti per 6-2. Una sonora batosta per la strega che dovrà obbligatoriamente mettersi subito alle spalle per preparare con mente sgombra il prossimo impegno di campionato contro il Lecce di Liverani.

IL MATCH ‚Äî Partita subito in salita per il Benevento di mister Cristian Bucchi. Dopo appena due minuti di gioco, infatti, il direttore di gara, Antonio Giua, concede calcio di rigore a favore dei padroni di casa per un fallo in area di Antei su Candreva. Dal dischetto va Mauro Icardi con un potente destro batte Montipò. Ma il Benevento nonostante la rete non arranca e al 5′ risponde con Buonaiuto che sfonda sulla sinistra e crossa dentro per Tello che spara in porta da ottima posizione, il centrocampista colombiano però trova un’ottima risposta di Padelli. Dopo il pericoloso affondo dei sanniti, i neroazzuri di Spalletti rifilano un’altra mazzata ai giallorossi trovando la rete del raddoppio. Il tutto nasce sugli sviluppi di un corner con lo spiovente dalla destra che termina in zona Icardi, l’argentino impatta la sfera di testa spedendola sul palo, sulla ribattuta però si fa trovare pronto Candreva che con un bel destro infila la palla in buca d’angolo. Avvio horror del Benevento. Il pallino del gioco in mano all’Inter. Al 22′ gli ospiti ci provano con un tiro a giro dalla sinistra di Improta, scaturito da un recupero palla di Tello, l’ex Salernitana spedisce la sfera di poco sopra la traversa. Nonostante il doppio svantaggio il Benevento non si perde di coraggio e continua a spingere a caccia di un gol che riaprirebbe il match. Al 40′ l’Inter si fa vedere con una botta dal limite di Candreva ben intercettata da Montipò. Due minuti dopo la strega intimorisce i padroni di casa con un assolo dalla sinistra di Roberto Insigne che prima sguscia via agli avversari e poi calcia, ma Padelli si fa trovare pronto. Nel finale però i neroazzurri la chiudono calando il tris con Perisic che innesca Dalbert, il quale senza pensarci su due volte buca l’estremo difensore giallorosso. La prima frazione termina sul 3-0 per i neroazzurri.

Molto agguerrita nella ripresa la Strega guidata da Bucchi. I sanniti ci provano subito con un tiro a giro di Massimo Coda che termina alto. Ma la voglia non basta, al 48′ l’Inter aumenta il margine di vantaggio agganciando la rete del 4-0 con Perisic che pennella dalla destra per ‚ÄòIl Toro’ Martinez che insacca di testa. Al 51′ i giallorossi provano a rendersi minacciosi con una conclusione da fuori di Bandinelli, marchio di fabbrica del centrocampista giallorosso che termina ampiamente sul fondo. La botta di Bandinelli poco dopo viene accompagnata da un tiro dalla distanza di Bounaiuto, altra palla lontana dalla porta di Padelli. Al 59′ dopo i tanti tentavi i sanniti trovano finalmente la rete su calcio di punizione. Dal piazzato va Roberto Insigne che con un bel sinistro aggira la barriera e batte Padelli. Alla rete dei sanniti l’Inter risponde con una conclusione da fuori di Politano che termina fuori. Al 67′ i neroazzurri trovano ancora la via del gol ancora grazie al tandem Perisic-Martinez. Il croato appoggia per l’ex Racing che batte ancora una volta Montipò. I sanniti, nonostante le sorti del match siano già ben definite, continuano a spingere. Al 63′ i ragazzi di Bucchi, infatti, vanno in gol con Improta che dalla destra crossa per Bandinelli che di testa stacca in rete, non può nulla Padelli. Nel finale l’Inter chiude il match sul 6-2 con la rete firmata da Antonio Candreva che fa doppietta.

IL TABELLINO DEL MATCH

INTER-BENEVENTO 6-2 (3-0 pt)

Inter (4-2-3-1): Padelli; Vrsaljko, Ranocchia, Skriniar, Dalbert; Candreva, Gagliardini, Brozovic (83′ Joao Mario), Perisic (67′ B. Valero); Lautaro Martinez, Icardi (46′ Politano).

A disposizione: Handanovic, Berni, De Vrij, Miranda, D’Ambrosio, Asamoah, Borja Valero, Joao Mario, Vecino, Nainggolan, Politano, Keita. Allenatore: Luciano Spalletti.

Benevento (3-5-2): Montipò; Tuia (83′ Billong), Antei, Di Chiara; Letizia, Buonaiuto (85′ Sanogo), Bandinelli, Tello, Improta; Insigne, Coda (75′ Coda).

A disposizione: Gori, Zagari, Gyamfi, Costa, Billong, Sparandeo , Sanogo, Cuccurullo, Maggio, Del Pinto, Ricci, Armenteros. Allenatore: Cristian Bucchi.

Direttore di gara: Antonio Giua di Olbia

Assistenti: Caliari di Legnano – Lombardi di Brescia

Quarto uomo: Maggioni di Lecco

Var: Aureliano di Bologna – Paganessi di Bergamo

Ammoniti: Vrsaljko (12′), Gagliardini (18′), Montipò (67′)

Espulsi:

Marcatori: Icardi (3′), Candreva (7′, 94′), Dalbert (46′), Lautaro Martinez (48′, 67′), R. Insigne (59′), Bandinelli (73′)

Tiri: 7-4

Tiri in porta: 4-12

Fuorigioco: 0-1

Corner: 5-8

Recupero: 1′ (pt), 4′ (st)

 

Nunzio Marrazzo

Condividi