Il Napoli non sfonda, Gatti regala la vittoria alla Juventus

Il match che apre la quindicesima giornata di Serie A regala altri tre punti fondamentali alla Juventus che batte il Napoli grazie al secondo gol consecutivo di Federico Gatti, decisivo con la sua incornata a inizio ripresa, in una sfida che i bianconeri hanno saputo controllare grazie alla solidità difensiva – firmando un 1-0 che riporta i ragazzi di Mister Allegri momentaneamente al primo posto.

Riavvolgiamo il nastro e vediamo com’è andata.

VLAHOVIC, MCKENNIE E POI CHIESA: LA JUVE CI PROVA

Il Napoli parte forte, provando a schiacciare la Juventus nei primi cinque minuti di gioco: l’occasione però capita sul destro di Cambiaso al 7’ che in ripartenza entra in area da destra, ma la sua conclusione sul primo palo non trova lo specchio della porta. Sul ribaltamento di fronte invece Szczesny deve fare particolare attenzione a un cross rasoterra che rischia di diventare velenoso di un Politano che al 9’ tenta il destro a giro da fuori area senza fortuna.

Dopo una fase di studio, al 19’, la grande occasione per i bianconeri: Vlahovic da solo in area all’altezza del dischetto si fa murare la conclusione dalla difesa del Napoli e sul campanile seguente McKennie in rovesciata tira di poco alto. Una fiammata che accende la Juventus che 60 secondi dopo trova la serpentina di Chiesa che salta tre avversari ma non la conclusione, che arriva invece sugli sviluppi del corner seguente – senza successo.

KVARATSKHELIA E DI LORENZO A UN PASSO DAL VANTAGGIO

In ripartenza però il Napoli sa come fare male: su una giocata sulla destra di Osimhen che apre la difesa bianconera, si infila Kvaratskhelia che al 28’ da solo non riesce a inquadrare la porta da ottima posizione. La spinta dell’Allianz Stadium però fa passare in fretta lo spavento per il pericolo corso, in un finale di primo tempo in cui gli uomini di Mazzarri tengono di più il pallone, trovando al 39’ un’altra grande occasione da gol. Dagli sviluppi di un calcio di punizione, il flipper sfortunato tra Bremer e Gatti diventa un assist perfetto per Di Lorenzo, che sul suo cammino trova però un clamoroso Szczesny che respinge la conclusione ravvicinata. È l’ultimo acuto di un primo tempo vibrante che si chiude sullo 0-0.

GATTI (ANCORA LUI!) FIRMA IL VANTAGGIO

Il secondo tempo si apre con un sussulto Juventus, ma il palo di Vlahovic imbeccato da McKennie dopo 180 secondi arriva su un’azione viziata da fuorigioco in partenza dello statunitense. È solo il preludio al vantaggio bianconero: al 6’ della ripresa su splendido cross a rientrare di Cambiaso, Gatti incorna da solo in area e firma il gol che vale l’1-0. Seconda rete consecutiva per il difensore dopo quella decisiva firmata a Monza in pieno recupero.

La Juventus resta pericolosa in ripartenza e sulle palle inattive, con il Napoli che tenta un paio di conclusioni da fuori senza riuscire a essere realmente pericoloso nei primi 20’ della ripresa. Al 21’ infatti è ancora Chiesa a scaldare lo stadio in una serata molto fredda a Torino: il suo tiro a giro dal limite esce di poco.

IL TABELLINO

JUVENTUS-NAPOLI 1-0

Reti: Gatti 6’ st

Juventus: Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso (47’ st Rugani), McKennie (47’ st Iling-Junior), Locatelli, Rabiot, Kostic (37’ st Alex Sandro); Chiesa (37’ st Kean), Vlahovic (24’ st Milik). A disposizione: Pinsoglio, Perin, Huijsen, Yildiz, Miretti, Nicolussi Caviglia, Nonge Boende. Allenatore: Allegri

Napoli: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Natan (26’ st Zanoli); Anguissa, Lobotka (41’ st Cajuste), Zielinski (19’ st Elmas); Politano (26’ st Raspadori), Osimhen, Kvaratskhelia (41’ st Simeone). A disposizione: Contini, Gollini, Demme, Zerbin, Lindstrom, Ostigard, Gaetano. Allenatore: Mazzarri.

Arbitro: Orsato di Schio

Ammoniti: Bremer, Locatelli (J); Kvaratskhelia, Osimhen (N) Recupero: 1’ pt – 5’ st

Fonte foto profilo X della FC Juventus