E’ il giorno di Inter-Juventus: tanto rispetto ma nessun timore

Tanto rispetto ma nessun timore. Se è vero che in passato fra Antonio Conte e Walter Mazzarri le frecciate non sono mancate, Inter-Juventus, big match che apre il terzo turno, è all’insegna dei complimenti. Mazzarri, come me due anni fa, puo’ lavorare ogni settimana sulla rosa, sulla preparazione e sull’aspetto fisico ‚Äì sono state le parole del tecnico bianconero ‚Äì Anche a livello di infortuni se non fai l’Europa la media si abbassa, queste sono le analogie tra questa Inter e la mia Juventus di due anni fa. Lo scorso anno l’Inter ha fatto molto male, ma non aveva una rosa scarsa, altrimenti non avrebbe vinto 3-1 allo Juventus Stadium. L’Inter puo’ ambire a fare un ottimo campionato, poi se riuscira’ a vincere lo scudetto o meno dipendera’ dalla loro bravura ‚Äì ha proseguito Conte -. Mazzarri ha dimostrato di essere un ottimo tecnico con il Napoli, sicuramente con lui l’Inter e’ in buone mani. Sul fronte bianconero quella di domani e’ una partita importante come lo sono tutte. Conosciamo il modo di giocare dell’Inter e dovremo fare attenzione alle loro ripartenze, da parte di Alvarez, di Palacio e da parte degli esterni. Da ieri ci stiamo lavorando, conosciamo i punti piu’ forti e cercheremo di sfruttare le loro debolezze. Conte oggi allenerebbe l’Inter? Sono sulla panchina della Juventus, ho un altro anno di contratto, mi basta e mi avanza. Mazzarri, dal canto suo, mette in chiaro che una squadra non si può valutare da una partita. Prendendo spunto proprio da quella gara dell’anno scorso, bisogna fare s√¨ che una vittoria non sia fine a se stessa. Non guardiamo a una partita ma alla continuità. In questo senso dobbiamo essere attenti dal primo minuto. Se siamo perfetti in fase passiva e sviluppiamo il nostro gioco in fase attiva, possiamo essere pericolosi contro tutti. Io ho sempre lavorato sulla prestazione, una squadra che ha ancora retaggi del passato addosso deve pensare a fare una prestazione di livello. Certamente conta anche il valore della squadra che hai davanti. Chi toglierei alla Juventus? E’ una squadra forte nel complesso, dal portiere al centravanti, non saprei chi togliere‚Ķ.
Spettatori interessati della sfida di San Siro saranno anche Massimiliano Allegri e Rafa Benitez, in campo in serata con Milan e Napoli. I rossoneri faranno visita al Torino e per Kakà dovrebbe esserci spazio dal primo minuto. e’ in una buona condizione fisica e si e’ allenato molto bene, con l’entusiasmo di un ragazzino e credo sia un po’ emozionato per il debutto di domani ‚Äì racconta Allegri ‚Äì Gli manca il ritmo partita, negli ultimi tre anni non ha giocato tantissimo ma ci arriveremo in modo graduale. Credo che partira’ dal primo minuto. Su chi giochera’ assieme a Kaka’ e Balotelli qualche dubbio: Non lo so, devo valutare perche’ la partita e’ lunga e mercoledi’ abbiamo un’altra partita. Ho un bel parco attaccanti e averli tutti che stanno bene e’ una bella cosa. Per quanto riguarda il Torino, le squadre di Ventura sono sempre ben organizzate, tendono ad addormentare la partita, bisogna stare molto attenti. Lo scorso anno, in una delle gare fondamentali per la corsa Champions, abbiamo rischiato, non dobbiamo ripetere quegli errori. Non guarderà Inter-Juve Rafa Benitez, concentrato sull’Atalanta. Guai a pensare anche all’esordio in Europa contro il Borussia Dortmund perchè la partita piu’ importante e’ sempre la prossima. In questa rosa tutti saranno importanti in ogni momento del campionato, se giocheranno altri giocatori non sara’ turnover, sara’ una scelta coerente ‚Äì ha poi aggiunto il tecnico spagnolo ‚Äì Se vogliamo competere in 3 tornei dobbiamo far ruotare i giocatori a disposizione. Questa settimana e’ importante per ottenere fiducia nei nostri mezzi, avremo impegni ravvicinati ogni 3 giorni.
(ITALPRESS.COM).