Hermes Casagiove. Annichiliti dal Portici, giallorossi protestano per la direzione di gara

Il Portici si aggiudica il testacoda contro la cenerentola Hermes Casagiove. Nel posticipo del diciannovesimo turno del girone A di Eccellenza, la capolista vesuviana non lascia scampo alla giovane compagine giallorossa, superata col punteggio di 0-7. La vittoria conferma che la sbornia per il trionfo in Coppa Italia di mercoled√¨, ai danni dell’Ebolitana, non ha dato alla testa ai ragazzi di Pasquale Borrelli che mantengono i due punti di vantaggio sulla prima inseguitrice Afragolese. Umore completamente opposto tra i casagiovesi che recriminano per l’arbitraggio, ritenuto scandaloso, per numerosi episodi che hanno penalizzato la propria partita. Dal primo fino all’ultimo minuto, il direttore di gara ha effettuato decisioni dubbie nei confronti dell’Hermes Casagiove che è imbestialita per l’accanimento arbitrale. Un episodio può capitare ma tanti in una partita ti fanno storcere il naso. Per questo motivo la società giallorossa dice basta e chiede rispetto alla sezione A.I.A. della Campania.

PRIMO TEMPO. La giornata storta dell’arbitro parte al 14′, in occasione del vantaggio ospite. Con grande furbizia l’esperto Di Pietro gonfia la rete dopo aver ostruito De Rosa, che perde palla dopo averla bloccata a causa di una spinta. Tutti aspettavano il fischio arbitrale per decretare il fallo ed invece, tra l’incredulità generale, il direttore di gara convalida il goal. Tante le proteste dei padroni di casa ma l’arbitro non cambia idea. Nessuno mette in dubbio che il Portici sia una corazzata e che si giocherà la vittoria del campionato fino al termine della stagione, però questi errori gratuiti pesano sulle spalle di una squadra giovane come l’Hermes Casagiove. Il raddoppio porta la firma di Manzo che scarica in rete un sinistro potente, su assist di un imprendibile Panico (36′). Nella prima frazione, cos√¨ come nel secondo tempo, sono numerosi i falli che sistematicamente non vengono fischiati a favore dei padroni di casa e che fanno innervosire una squadra che desidera giocarsi alla pari le partite.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa il Portici alza il ritmo e triplica con il goal di Rullo (52′). L’Hermes Casagiove crolla e Manzo realizza su rigore il secondo goal personale di giornata, per fallo di mano di Migliore (56′). De Rosa evita che il passivo sia più pesante con diverse parate, in primis il colpo di reni su Noviello. Fa il suo ingresso in campo il bomber Emanuele Murolo che realizza anch’egli la sua doppietta, giungendo a quota dodici sigilli stagionali. All’86’ l’Hermes Casagiove resta in dieci per il cartellino rosso sventolato direttamente in faccia a Taranto: una decisione che fa arrabbiare la panchina giallorossa poich√© si è trattato di un fallo lieve e non proteso a far male l’avversario. A conclusione della giornata, il direttore di gara assegna un penalty apparso inesistente all’89’, quando ha condannato un presunto tocco di mano di Bouchoucha mentre era per terra in area di rigore. Panico trasforma il rigore, ma oltre al danno si aggiunge la beffa. Bouchoucha viene ammonito per un tocco involontario e, essendo diffidato, salterà la sfida col Savoia per un turno di squalifica per recidività in ammonizione. Non c’è limite al peggio per una direzione arbitrale completamente da rivedere. La partita termina col punteggio di 0-7.

Tabellino: HERMES CASAGIOVE-PORTICI = 0-7 (parziali: 0-2; 0-5)

HERMES CASAGIOVE: De Rosa, Blandolino, Narciso (58′ Tahiri), Desiato, Migliore, Bouchoucha, Costanzo, Gallo (49′ Piscopo), Messina, Di Gaetano (68′ Catrame), Taranto. In panchina: Maiello, Zaccariello, Famoso, Cutolo. Allenatore: Paolo Di Gaetano

PORTICI: Mola, Visone, Rullo, Ruscio, Fiorillo, Noviello, Panico, Sardo, Incoronato (50′ Murolo Emanuele), Manzo (66′ Murolo Vittorio), Di Pietro (71′ Franci). In panchina: Testa, Follera, Boussaada, Fava Passaro. Allenatore: Pasquale Borrelli

RETI: 14′ Di Pietro (P), 36′ Manzo (P), 52′ Rullo (P), 56′ Manzo su rig. (P) 82′ Murolo Emanuele (P), 84′ Murolo Emanuele (P), 89′ Panico su rig. (P)

ARBITRO: Pietro Ambrosino della sezione di Torre del Greco (assistenti: Onofrio Robello di Torre del Greco ed Arcangelo Mauro di Agropoli)

NOTE: Ammoniti: Migliore, Costanzo, Bouchoucha (H). Espulso: Taranto (H). Angoli: 1-6. Fuorigioco: 1-5. Recupero: 0 nel primo tempo; 5 nel secondo tempo. Spettatori: 200

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA F.C. HERMES CASAGIOVE

Condividi