Guappa Sinuessa Mondragone. Mister Crocco: “Lavoreremo sodo per raggiungere la salvezza”

A tu per tu con . . . Mister Antonio Crocco

– Mister, se le dico 14 maggio 2016?

Una data che non dimenticherò mai. √à il giorno in cui abbiamo vinto il campionato di serie D. Ho vinto un po’ di campionati da calcettista, ma ti assicuro che vincerlo da allenatore è un emozione diversa. Creare un gruppo, mantenerlo fino alla fine del campionato, tenere tutti sempre sulla corda per evitare facili distrazioni. Devo dire che il compito non è stato facile ma con l’aiuto di Vincenzo Nugnes, Michele Luongo e di tutta la società abbiamo realizzato quanto prefissato ad inizio anno.

– Qualche ringraziamento in particolare?

I ragazzi, sono stati eccezionali. Si sono messi subito a disposizione, mi hanno seguito con tanta voglia e tanta passione. Il mio grazie va a loro.

– Come state preparando il nuovo anno?

Con la stessa passione di sempre. Faccio uno sport che amo tanto, e fin quando questo sentimento resta vivo dentro di me non mollero’ mai un centimetro.

– Parliamo della campagna acquisti della Sinuessa.

Innanzitutto il mio pensiero va a chi non farà più parte della nostra squadra, per causa lavoro, e mi riferisco ai due capitani Russo e D’Angelo e a Michele Caruso. Per quanto riguarda i nuovi credo che sia stato fatto un grande sforzo da parte della società. Avevo chiesto personalmente Zottola, Treglia e Saviano, ragazzi che hanno un ottima esperienza nel Lazio, hanno fatto sempre campionati di C1 e C2 e me li hanno presi. Ho chiesto loro l’innesto di qualche under e sono arrivati Salvatore Romano e Pasquale Sorrentino, oltre al ritorno di Patalano, classe 98, e del nuovo portierino classe 99 Vincenzo Viola. Poi hanno preso Pagliuca Mario che non ha bisogno di presentazioni, il suo lungo e ricco curriculum parla da solo. Poi serviva la ciliegina sulla torta, Odoardo Sorrentino. Un grandissimo amico, lo conosco da tanti anni, non appena si è presentata l’opportunità di averlo con noi la società non ha battuto ciglio e mi ha accontentato per l’ennesima volta.

Quindi, secondo lei l’acquisto più importante qual’è stato?

Mantenere l’ossatura della squadra che ha vinto il campionato. Dai vari Virgilio Pagliaro, Giancarlo Nicoletta, Pino Cardillo, Maurizio Bianco, Franco De Pucchio, Paolo Gallo, spero di non dimenticare nessuno. Sono stati loro il più grande acquisto ed è da loro che ripartiremo. I nuovi parlando con me hanno capito che importanza ha questo gruppo e che farne parte è molto stimolante.

In conclusione?

Faccio un in bocca al lupo ai miei ragazzi, lavoreremo sodo per centrare il nostro obiettivo primario, la salvezza. Ed infine vorrei ringraziare la società per avermi messo a disposizione uomini prima e calcettisti poi, insieme ci divertiremo. Forza Sinuessa.

Condividi