Gladiator-Afragolese 0-1. I rossoblù si riprendono il terzo posto, Follera regola i sammaritani

Match d’alta quota per Gladiator e Afragolese che si affrontano allo stadio Piccirillo di Santa Maria Capua Vetere per la ventesima giornata del campionato di Eccellenza. In palio il terzo posto dietro Frattamaggiore e Giugliano che si scontrano allo Ianniello di Frattamaggiore.

Squadre che arrivano da una vittoria per parte. Entrambi gli allenatori possono contare su tutti gli effettivi. Giovanni Sannazzaro si posiziona con il 4-3-3 con Merola in porta. Sulle fasce Lombardi e Landolfo, al centro della difesa Ioio e Caccia. In cabina di regia Vitiello supportato da De Rosa e Saccavino. Davanti Scielzo e Di Paola sugli esterni, Liccardi al centro.

Giovanni Masecchia si presenta in maniera speculare con Pezzella a difendere i pali. De Simone e Vitiello ad agire come terzini, Palumbo e Follera al centro. Linea mediana composta da Santonicola, Marzullo e Panico. Davanti Maggio come vertice offensivo, Porricelli e Mansour a supporto.

IL MATCH – Ritmi subito altissimi per entrambe le squadre che subito provano a rompere l’equilibrio. La prima reale occasione arriva al 5′ con Marzullo su calcio di punizione che sibila di poco a lato. Immediata la risposta dei sammaritani con Scielzo imbeccato da De Rosa, ma Pezzella non ha problemi a respingere. Con il passare dei minuti gli ospiti si spingono con insistenza nella trequarti avversaria, ma non riesce a creare le occasioni giuste per beffare Merola. Al 12′ di gioco riesce a riprendere respiro il Gladiator grazie a un calcio di punizione in favore dei padroni di casa. Il possesso palla, però, resta solo per pochi istanti tra i piedi dei giocatori nerazzurri per la pressione dell’Afragolese. Al 130 il Gladiator trova un gol con Liccardo che riesce a finalizzare un suggerimento di Di Paola, si alza, però, la bandierina del guardalinee per segnalare il fuorigioco. Al 17′ risponde con un’ottima occasione l’Afragolese. Azione corale e Panico imbecca per Santonicola che in spaccata prova a superare Merola, ma la palla si impenna lasciando inviolata la porta nerazzurra. Appena pochi minuti più tardi ci prova Porricelli sugli sviluppi di un calcio di punizione, il pallone, però, finisce oltre la linea di fondo. I ritmi non si abbassano, le due squadre lottano su ogni pallone, partita comunque molto corretta, seppur dura.

Al 21′ Mansour ruba palla a Vitiello e si invola verso la porta, ma perde l’attimo. Ancora palla per l’Afragolese, che tenta di trovare lo spazio giusto per andare in gol, palla che finisce a Palumbo, ma Gladiator che mura e si salva. L’azione si conclude con un fallo di Giovanni Vitiello su Aniello Vitiello, giallo per il terzino che salterà la partita col San Giorgio. Al 28′ ancora fallo su Aniello Vitiello e calcio di punizione per il Gladiator, palla per Di Paola e tentativo per i nerazzurri, troppo blando per impensierire Pezzella. Il Gladiator, comunque, ruba nuovamente palla e inizia a restare con maggiore insistenza nella trequarti afragolese, ma il possesso palla torna agli ospiti per un fallo in attacco di Scielzo. Riparte, quindi, la squadra di Masecchia che alza nuovamente il baricentro, lungo dialogo tra i calciatori rossoblù, ma Caccia frena Maggio e fa ripartire i suoi. Calano i ritmi negli ultimi giri di lancette. Al 37′ grandissima occasione per il Gladiator con Liccardi a servire Di Paola, controllo sbagliato e nerazzurro che per l’occasione di trovarsi faccia a faccia con Pezzella. L’azione, però, non si chiude e il Gladiator continua ad accattare con Scielzo e Di Paola, palla che finisce lentamente tra le braccia di Pezzella. Al 41′ torna in avanti l’Afragolese con un’azione prolungata, pallone a Mansour che prova a servire Maggio, in spaccata l’attaccante rossoblù prova a beffare Merola, ma il pallone finisce sul fondo. Risposta sammaritana che avanza con Vitiello e De Rosa, ma vengono bloccati da Palumbo. Partita che sembra esserci nuovamente accesa negli ultimi due minuti del primo tempo. Al 43′ ancora Maggio vicino al gol, pallone ancora una volta che fa la barba al palo. Al 47′ Sannazzaro è costretto a rinunciare a De Rosa per un problema fisico, al suo posto Di Pietro. Negli ultimi due minuti di recupero l’Afragolese si riversa in avanti per cercare di andare all’intervallo con il risultato dalla loro, ma continua a resistere il pareggio.

Nella ripresa subito Afragolese all’attacco. Al 3′ dialogo Maggio.Santonicola con quest’ultimo che non riesce a ribadire il pallone in porta. Occasione, quindi, per i rossoblù che riprendono da dove avevano interrotto. Attacca testa bassa la formazione ospite che trova, proprio con Santonicola un calcio di punizione dalla trequarti. Alla battuta Mansour che passa a Marzullo, pallone avanti verso Maggio fermato in fuorigioco. Al 5′ minuto Gladiator che risponde con un contropiede di Scielzo e compagni fermati, però, da Vitiello che rispedisce la palla verso Maggio, fermato con le cattive. Riprende il gioco, ma solo per pochi minuti perchè Santonicola viene fermato con un fallo sul lato corto dell’area di rigore. Alla battuta Vitiello, per Marzullo, ma sul prosieguo l’Afragolese trova un corner. Sugli sviluppi nulla di fatto. Resta insistentemente in avanti la formazione di Giovanni Masecchia. Al 15′ ancora calcio di punizione per i rossoblù, con Marzullo alla battuta e trova Follera che insacca. Arriva subito la reazione del Gladiator ma che non riesce a impensierire la difesa avversaria.

Il possesso palla resta sempre tra i piedi dell’Afragolese, mentre il Gladiator prova a pressare per indurre in errore gli avversari. Nerazzurri, però morbidi sull’offensiva rossoblù, non riuscendo a trovare una vera e propria reazione. Ci prova Di Paola, cercando di servire in avanti Scielzo, ma con un traversone troppo largo per l’ex Nola. Gioco che si interrompe spesso per i falli dei nerazzurri nei confronti degli uomini di Masecchia. Il Gladiator prova a farsi pericoloso su un calcio di punizione battuto da Vitiello, palla per Di Paola e tentativo morbido tra le braccia dell’estremo afragolese. Sannazzarro mette forze fresche ed esperte tra in mezzo al campo con l’ingresso di pesce al posto di Merola e Saccavino che lascia il posto a De Lucia. Il leitmotiv della partita non cambia: Afragolese che preme in avanti, mentre il Gladiator si affida a folate. Al 33′ calcio di punizione ancora per l’Afragolese sulla trequarti sammaritana, ancora Marzullo alla battuta, ma Vitiello Aniello allontana solo per pochi istanti. L’azione, però, si conclude in nulla di fatto. Il Gladiator si fa vedere in avanti al 37′, con Liccardi che prova a trovare il pareggio. Lunga azione dei sammaritani, Vitiello per Liccardi e colpo di testa sulla traversa. I padroni di casa si è svegliato e ha alzato il baricentro schiacciando l’Afragolese nella propria metà campo. Forcing sammaritano alla ricerca di un disperato pareggio. Nei minuti di recupero il Gladiator prova a tenere palla e a spingersi nuovamente in avanti, ma tiene bene la difesa avversaria. Al 48′ Afragolese che ha l’occasione di chiudere il match con Pisani che riceve da Angelillo, il pallone è fuori. Riprende il gioco con il Gladiator in attacco, falloo in favore dei padroni di casa e Di Paola che prova il tiro, ma Pezzella blocca. Masecchia rinforza la difesa inserendo Biancardi al posto di Santonicola. Gladiator ancora in avanti ma respinge l’estremo rossoblù. Sprint finale dei nerazzurri, inutile, però, perchè il direttore di gara chiama la fine delle ostilità.

L’Afragolese riagguanta, quindi, il terzo posto contro-sorpassando il Casoria vincente ieri contro la Flegrea.

TABELLINO

GLADIATOR-AFRAGOLESE (parziale 0-0)

Gladiator (4-3-3): Merola (28′ st Pesce); Landolfo, Caccia, Ioio (20′ st Manzi), Lombardi (43′ st Boiano); De Rosa (47′ pt Di Pietro), Vitiello A., Saccavino (28′ st De Lucia), Di Paola, Liccardi, Scielzo. A disposizione: De Lucia, Esposito, Montano, Manzi, Di Pietro, Celio, Pesce, Boiano, Romagnoli. All. Giovanni Sannazzaro

Afragolese (4-3-3): Pezzella: De Simone, Palumbo, Follera, Vitiello G.; Santonicola (49′ st Biancardi), Marzullo (44′ st Moretta), Panico; Porricelli, Maggio (35′ st Pisani), Mansour (31′ st Angelillo). A disposizione: Paolella, Vilardi, Ceparano, Moretta, rea, Biancardi, Angelillo, Ventola, Pisani. All. Giovanni Masecchia

Arbitro: Maksym Frasynyk di Gallarate

Assistenti: Camillo Amarante e Pietro Manfredini (Castellammare di Stabia)

Marcatori: 15′ Follera (A)

Ammoniti: Vitiello G. (A), Lombardi (G), Marzullo (A)

Recuperi: 4′ pt, 5′ st

Cristina Mariano

Condividi