Genoa-Benevento. In Liguria snodo salvezza cruciale per Inzaghi, Strega attesa da 7 finali per mantenere la categoria

Benevento, ci risiamo. Ancora un brutto calo di prestazioni e di punti per la squadra di Inzaghi, una formazione che nella seconda parte di campionato sembra essersi inalberata. Domenica scorsa il tonfo più rumoroso, quello che rischia di lasciare il segno soprattutto nella mente degli uomini di Inzaghi. 5-3 in casa della Lazio, partita dalle due facce. Un primo tempo da film horror, tanti errori e tre gol subiti, poi nella ripresa la reazione che ha portato i Capitolini a dover assaltare ancora gli ospiti Campani. La classifica diventa caldissima, visto che la scorsa giornata è stata quella della vittoria del Toro e del Cagliari. Benevento a 30 punti esattamente come Torino e Fiorentina che apre contro il Verona, a più 5 sulla zona rossa di classifica. Genoa che non sta tanto meglio dei Sanniti, 32 punti e un leggero calo nelle ultime 3 sfide. Scontro cruciale quello di domani, scontro numero 3 tra le due squadre, precedenti tutti in A con due vittorie Sannite e una Ligure. Nella scelta delle formazioni ilGeona potrebbe vedere qualche stravolgimento, stesso dicasi per il Benevento. Ballardini dovrebbe mandare in campo un  3-5-2, tra i pali il sicurissimo Perin, davanti a lui i sicuri sono solo due ,Criscito e Biraschi, per entrambi si tratta di un rientro dai primi istanti,Masiello e Zappacosta si giocano il posto in difesa.   Czyborra, Zajc e Badej sicuri del posto, in ballottaggio Strootman e Radovanovic rispettivamente con Behrami e Cassata. Pjaca e Scamacca si giocano la maglia con Destro e Shomurdov. Benevento con un inedito 4-3-3, inedito quanto meno in partenza. Davanti a Montipò, Glik e Barba ci sono, in dubbio Tuia che si gioca il posto con Caldirola e Depaoli che dovrebbe lasciare spazio a Letizia. Ionita e Hetemaj affiancheranno uno tra Viola e Schiattarella con il primo in vantaggio. Improta a tutta fascia con Gaich e uno tra Lapadula e Roberto Insigne, favorito il peruviano. Il direttore di gara sarà il signor Luca Pairetto Jr. , per lui sarà la presenza numero 80 in A, in stagione ha incrociato i Sanniti già 2 volte, 2 pareggi con Roma e Lazio. Il figlio d’arte sarà assistito da Di Vuolo e Palermo, quarto uomo Manganiello. Al VAR Mazzoleni, AVAR Ranghetti.