Gelbison. Puglisi sulla Coppa Italia: “Un traguardo storico, Novara? Un onore”

Una grande soddisfazione per la Gelbison che in questa nuova stagione calcistica parteciperà alla Coppa Italia. Avversario nel primo turno il Novara di Banchieri, per poi, nell’eventuale passaggio al secondo turno, affrontare il Cittadella.

“E’ un traguardo storico -commenta ai nostri microfoni il presidente Maurizio Puglisi E’ un’occasione per fare pubblicità a tutto il comprensorio del Cilento. Facciamo calcio con l’intento di ottenere una visibilità del nostro territorio e questa è un’ottima vetrina per noi e per tutto il territorio cilentano. Per quel che riguarda il Novara, che dire? Con qualsiasi squadra professionistica sarebbe stato un onore. Lo è ancor di più con i piemontesi che sono una società blasonata e dalla grande storia. Certamente faremo del nostro meglio e li affronteremo nel migliore dei modi. Ripeto, per noi è un onore”.

Si respira tranquillità in casa Gelbison, nonostante l’importante appuntamento che aspetta i rossoblù: “I ragazzi sono tranquilli, perchè sanno di essere in una società costruita sulla falsa riga dei professionisti. Non lasciamo niente al caso, c’è un’organizzazione tale da essere considerata una società professionistica, quindi sanno già che devono onorare la maglia e la società, giocando da professionisti. Abbiamo abbassato l’età della squadra, ma al tempo stesso alzato il livello tecnico. E’ una squadra giovane, che comunque sa cosa ci aspettiamo”.

In ultimo una battuta sul nuovo progetto femminile: “Diciamo che è un completamento di quello che già si sta facendo. Nella scuola calcio ci sono molte ragazzine che poi arrivate ad una certa età non hanno più lo sbocco per continuare a giocare. Per questo motivo abbiamo costruito questa nuova squadra, in modo da dare a loro una continuità nel percorso, ma al tempo stesso anche un riferimento per la comunità, perchè come ho detto noi rappresentiamo non solo Vallo della Lucania, ma tutto il comprensorio del parco nazionale del Cilento. In questo modo le ragazze hanno un riferimento per poter realizzare il sogno di giocare a calcio nel proprio territorio. 

Condividi