Gelbison che battuta d’arresto, il Monopoli ne fa cinque

Era subito scontro diretto pesante quello che andava in scena nell’ anticipo della diciannovesima ed ultima giornata del girone di andata del raggruppamento meridionale di Serie C che andava in scena, per la prima volta al Guariglia di Agropoli, tra la Gelbison ed il Monopoli. Alla caccia della vittoria che mancava dalla metà del novembre scorso contro la Turris, De Sanzo faceva a meno ancora una volta di Statella e Sorrentino, squalificato Cargnelutti, tornava Bonalumi tra i convocati.

Non se la passava meglio il Monopoli dal punto di vista dell’ infermeria: senza Nocchi, Fornasier, Falbo, Cristallo,De Risio e lo squalificato Vassallo (autore di un inutile gol contro il Pescara), Pippo Pancaro non convocava Simeri, giocatore visto “distratto” dal tecnico come ha candidamente ammesso nel pregara. Arbitrava il match Mastrodomenico di Matera, con lui i cilentani, in due precedenti in D non avevano mai vinto. Il fischietto lucano era assistito da Romano di Isernia e Bernasso di Milano, quarto ufficiale Angelucci.

Davanti a D’Agostino, i tre dietro per la Gelbison erano Gilli, Bonalumi e Loreto. Nunziante e Foresta sugli esterni, De Sena e Sane in attacco. Tornava tra i convocati Faella, ma partiva dalla panchina. In casa Monopoli spazio all’ estro di Starita ed alla tecnica di Faella.

La cronaca del match: al 2′ su una palla vagante in area rovesciata dal limite di Hamlili, centrale, blocca sicuro D’Agostino. Al 5′ bello spiovente nato da una punizione di Fornito, De Sena, forse toccato da dietro non arriva al tap-in. 10′: vantaggio del Monopoli. Sugli sviluppi di un corner dal settore di destra battuto da Viteritti perfetto diagonale in drop di Pinto che non lascia scampo a D’Agostino.
Partita aggressiva la squadra di Pancaro che ancora si faceva vedere un minuto più tardi. Questa volta il cross era di Starita e ancora il classe 91 Pinto andava alla conclusione al volo. Palla alta sopra la trasversale.

La Gelbison dopo lo schiaffo prendeva campo e si faceva vedere specialmente sui calci piazzati. Al 20′ uno chirurgico dal limite di De Sena rimetteva le cose in parità. Nulla da fare per Vettorel che, seppur in tuffo, non arrivava sul preciso tiro a giro dell’ ex Avellino. 31′: occasionissima per la Gelbison. Invenzione illuminante di Fornito per lo scatto di De Sena, diagonale impreciso e palla che attraversa tutto lo specchio senza che un compagno possa appoggiarla in rete. Al 35′ però a tornare in vantaggio era il Monopoli. Su un errore nella costruzione da dietro, ne usciva fuori un calcio d’angolo regalato dai rossoblu. Sul piazzato il più lesto era De Santis che anticipava i difensori cilentani riportando davanti i biancoverdi. Non perfetto D’Agostino nella circostanza. 38′: punizione di Starita e testa di Fella, fuori.

Al 40′ si infortuna Fornito e al 41′ il Monopoli va in rete, ma l’arbitro annulla. Fuorigioco segnalato a Starita, ma ancora una volta Gelbison che non riesce a contrastare la squadra di Pancaro sulle palle inattive. Non accadeva più nulla di rilevante fino alla fine del primo tempo, con il Monopoli in vantaggio per 2-1.

A inizio ripresa De Sanzo si giocava la carta Faella per Sane, ma subito a provarci era nuovamente il Monopoli con un destro di Rolando finito alto. Il preludio al terzo gol pugliese: il destro di Manzanari dalla tre quarti destra non lasciava scampo a D’Agostino. Era il 48′. Ancora ottimo nella circostanza Rolando, tra i migliori in campo nel tocco a rimorchio. 62′ mancino di Rolando, si distende D’Agostino in corner.

C’è solo una squadra in campo: un minuto dopo, il Monopoli cala il poker con Viteritti e per la Gelbison è notte fonda. L’ ex giocatore del Potenza ha avuto comunque il motivo di farsi trovare pronto sul traversone basso di Starita all’interno dell’ area piccola. Difesa della Gelbison tutta da rivedere nel match interno. 62′: destro dal limite di De Santis, fuori di poco alla sinistra di D’Agostino.

A cavallo tra il 67′ e il 68′ un’ occasione per parte dal limite. Dapprima per il Monopoli con Faella poi per la Gelbison con Uliano. In entrambi i casi la palla se ne vola alta. 72′: tiro dalla distanza di De Sena, abbondantemente fuori, controlla con lo sguardo Vettorel. All’ 81′ sugli sviluppi di una punizione di Starita, a provarci era ancora Manzari, ma il fendente scagliato dal classe 2000 si spegneva sul fondo. 85′: Starita fa tutto quello che vuole dal limite. Nessuno lo contrasta ed è il quinto gol dei pugliesi con un rasoterra imprendibile per D’Agostino.

All’ 88′ il Monopoli va vicino anche al sesto gol, ma questa volta è il palo a fermare Rolando. Finisce dunque una partita, francamente pessima della Gelbison, la peggiore di tutta la stagione. La truppa di De Sanzo registra un grande passo indietro rispetto alle ultime gare, venerdì ultimo turno prima della sosta contro la Juve Stabia in trasferta. Per il Monopoli ritorno alla vittoria dopo le sconfitte delle ultime due gare interne.

Gelbison-Monopoli 1-5

Gelbison (3-5-2): D’Agostino; Bonalumi, Gilli, Loreto; Nunziante, Graziani (dal 63′ Onda), Uliano, Fornito (dal 41′ Citarella), Foresta (dal 46′ Papa); Sane (dal 46′ Faella), De Sena. A disp. Vitale, Onda, Mesisca, Papa, Citarella, Savini, Kyeremateng, Paoloni, Faella. All. De Sanzo

Monopoli (3-5-2): Vettore; De Santis, Bizzotto (dal 71′ Piccinni), Pinto (dal 72′ Radicchio); Viteritti (dal 91′ Cascella), Hamlili, Rolando, Drudi, Manzari (dal 90′ Dibenedetto) ; Starita, Fella (dal 76′ Corti). A disp. Avogadri, Dibenedetto, Piccinni, Montini, Radicchi, Piarulli, Corti, Cascella. All. Pancaro

Arbitro: Leonardo Mastrodomenico di Matera

Marcatori: 10′ Pinto (M); De Sena (G); 35′ De Santis (M); 48′ Manzari (M); 58′ Viteritti (M).

Ammoniti: Drudi (M); Sane, Loreto, Nunziante (G); De Santis (M), Bonalumi (G)