Futsal Sorrento. Vittoria importante sul campo dello Sporting Cavese

Tre punti pesantissimi quelli messi in cassaforte dal Sorrento nella quindicesima giornata di Campionato. Sul campo della Sporting Cavese, la compagine rossonera si impone con il risultato di 5-1 grazie alle reti di Cacace, Maresca (3) e Marcia.

Gargiulo, De Vivo, Bagnulo, Cacace, Maresca il quintetto iniziale a cui si affida Mister Astarita. Tra le fila della Cavese, derby del cuore per Schisano (originario della penisola sorrentina) che insieme a Garzillo vanta presenze in A2. Trasferta che, come da pronostico, si rivela subito insidiosissima: da segnalare, nei primi minuti di gioco, la traversa di Schisano per la Cavese ed il palo di Maresca.
Proprio Maresca sblocca il risultato all’undicesimo minuto e, due giri di lancette più tardi, Cacace allunga le distanze. L’ universale massese torna al gol dopo due giornate di astinenza e si rende protagonista di un ottima prestazione mantenendo la squadra sempre alta. Tra i migliori in campo c’è anche il portiere Gargiulo: un vero e proprio muro, si fa trovare sempre pronto, subisce l’unico gol su tiro libero a gara quasi terminata.
Ma è tutta la squadra ad esprimere un bel gioco, forse il migliore visto quest’anno. Allo scadere del primo tempo arriva anche il 3-0 firmato da Maresca.

Il Sorrento non si ferma e, nella ripresa, impegna ripetutamente il portiere avversario bravo a dire no ai tentativi di Somma, Cacace e Maresca. Da segnalare al 17′ la traversa di Somma mentre la Cavese opta per il portiere di movimento. Al 24′ Maresca firma la rete del 4-0 ma poco dopo √© Gargiulo a dover raccogliere la sfera dalla rete. Finale scoppiettante con Marcia che nel giro di un minuto esordisce e segna la sua prima rete in maglia rossonera!

Tanta soddisfazione per Mister Astarita che ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi:
“Era una partita tosta. Campo e avversario erano da non sottovalutare, ma abbiamo disputato la gara che mi aspettavo. Presenti, concentrati e pungenti.
Abbiamo sofferto gli avvii di tempo, ma siamo rimasti in gara grazie al sacrificio di tutti di immolarsi su ogni palla.
Questa deve essere l’interpretazione di tutte le partite sino alla fine”.

Cristina Esposito e Salvatore Iaccarino
Ufficio Stampa F.C. Sorrento Futsal