Frosinone-Salernitana. Altro “stress test” per i granata: coi ciociari snodo cruciale

Tredicesimo turno di Serie B, la Salernitana stasera di scena al “Benito Stirpe” per affrontare il Frosinone di Alessandro Nesta: fischio d’inizio alle ore 21:00. Ad arbitrare la sfida il sig. Abbattista della sezione di Molfetta. Ma vediamo come arrivano le due compagini a questo anticipo dell’ennesimo turno del campionato cadetto.

COME ARRIVA IL FROSINONE
I ciociari sono attualmente terzi in classifica, e con i loro 23 punti seguono uno scalino sotto proprio la Salernitana invece seconda a 24 punti. Dopo le due sconfitte contro Monza e Cosenza, i gialloblè si sono ripresi le tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro uscite. L’ultima partita, che ha visto Rohdèn e compagni espugnare il fortino della Reggiana, ha consolidato la mentalitá “da promozione in Serie A” dei leoni. Stasera contro i granata Nesta (che festeggia le 100 panchine tra i pro, ndr) dovrá fare a meno dell’attaccante Novakovich, ritorna fra i convocati invece Capuano, cosí come Camillo Ciano. Il 3-4-1-2 dovrebbe assere il modulo col quale l’ex difensore del Milan dovrebbe schierare i suoi: Bardi fra i pali, difesa con Brighenti, Curado e Szyminski. A centrocampo spazio a Zampano, Kastanos, Maiello e Beghetto con Rohdèn (due assist e un gol nelle ultime tre, ndr) che agirà da trequartista alle spalle di Ciano e Parzyszek.

COME ARRIVA LA SALERNITANA
Dopo il brutto stop con il Brescia la compagine di Fabrizio Castori ha cacciato nuovamente gli artigli nell’ultima partita pareggiata 1-1 con il Lecce. I granata a Frosinone misureranno ancora una volta le proprie ambizioni nonchè la reale voglia di fare il salto di qualità che la piazza richiede ormai da tempo alla società guidata da Claudio Lotito e Marco Mezzaroma. Per la gara dello “Stirpe” mister Castori recupera capitan Di Tacchio, reintegra a pieno regime Karo e Veseli tra i convocati, mentre deve fare ancora a meno di Lombardi che rivedremo nel 2021: solito e rodato 3-5-2 per l’ex Carpi, con Belec tra i pali, difesa con Aya, Mantovani e Gyomber. In mezzo al campo spazio a Capezzi, Dziczek e Di Tacchio con ai lati Anderson e Cicerelli, in attacco assieme Djuric ci sarà Tutino.