Frattese. Caos in casa nerostellata, Battiloro annuncia l’ammonistrazione smentisce

Tramite comunicato stampa la cordata torrese ha annunciato il suo arrivo a Frattamaggiore grazie all’acquisizione del titolo sportivo SSCD Frattese appartenente all’imprenditore Antonio Nuzzo attualmente proprietario anche della Op Savoia.

Nel pomeriggio di oggi c’è stato.un incontro, cosi come riportato anche nel comunicato, con il sindaco e l’assessore allo sport. La prospettiva è quella di due squadre a Frattamaggiore, entrambe con la simile denominazione. Infatti la nuova società nata appena una settimana fa ha la denominazione di Frattese-Casalnuovo grazie alla collaborazione ed il trasferimento del titolo di Eccellenza del Casalnuovo.

Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, l’amministrazione avrebbe messo in chiaro la situazione ed è tutt’altro che entusiasta. Infatti, il debito della società nei confronti del comune per l’utilizzo dello stadio Ienniello vincola la Frattese, che nonostante la nuova dirigenza non potrà usufruire del campo salvo prima risanare il debito.

Inoltra la situazione sembra al quanto beffarda: attualmente in Federazione la Frattese ha ancora come Presidente Antonio Nuzzo che non ha ancora formalizzato il passaggio di quote e le dimissioni. Altrettanto curioso la situazione per i alci di minoranza: Rocco D’Errico e gli altri soci come Nuzzo non hanno formalizzato la loro uscita dalla società.

Quanto ata accadendo non rallegra di certo la tifoseria ed in particolare i tifosi storici del Club Neroatellato Rione Ianniello appartenenti ai Black Stars Group: “Questa situazione non ci piace. Noi siamo con Rocco D’Errico e la nuova società di Eccellenza -esordisce in esclusiva il Preisdente del Club Nerostellato Orazio Vitale- Avere due squadre non ha senso. In più a peggiorare la situazione c’è il fatto che questa cordata è arrivata e dice di voler fare calcio qui, ma non si sono mai incontrato nè con i soci rimasti nè con noi. Quindi noi chiariamo la nostra posizione: potrebbero anche venire a giocare qui, ma troverebbero sempre lo stadio vuoto. Nom vogliamo un nuovo Nuzzo, siamo con la nuova società w siamo entusiasti. Massima Fiducia a D’Errico”.

Cristina Mariano

Condividi