Finale playoff C1. Luca D’Addio: “Vinciamo noi”

Il countdown verso la finale regionale dei playoff di C1 volge al termine, a scontrarsi sabato al PalaSport di via San Pietro a Pomigliano d’Arco ci saranno i locali dello Sparta e i gli ospiti della Trilem Casavatore. In virtù della graduatoria finale ai biancorossi di mister Fabio Oliva sono concessi vittoria e pareggio per approdare alle fasi Nazionali, mentre i partenopei guidati da mister Carlo Florio saranno obbligati a vincere.
La formula prevede i classici due tempi da 30′ minuti, in caso di parità si disputeranno due tempi supplementari da 5′ minuti ciascuno, al termine dei quali dovesse esserci ancora equilibrio sarebbe proprio lo Sparta a proseguire.
Di certo gli ospiti non andranno a Pomigliano per fare passerella, ad issare il vessillo di battaglia è Luca D’Addio, uno dei giocatori più rappresentativi della Trilem Casavatore, nonch√© un calcettista campano che negli anni ha calcato sia palcoscenici regionali che nazionali, con il quale abbiamo parlato della finale e non solo.

Una stagione tra Granianum, Sparta e Trilem, poi il vuoto, davvero la C1 va rifondata?
Di certo vanno riviste alcune cose, in primis la regola degli under obbligatori. Vorrei fare una domanda al Comitato Regionale: quanti under 18 ci sono in giro capaci di giocare in pianta stabile in C 1? A mio avviso con questa regola è calato il tasso tecnico tattico del torneo, e l’anno prossimo sarà ancora peggio.

Tanti i sussurri e le voci di mercato, che oggi più che mai vedono coinvolti maggiormente i dirigenti che i calciatori: il Sala Marcianise e la Traiconet pronti ad aprire a nuovi soci, il Napoli in serie A anche, quali previsioni sul futuro?
Beh questo rispecchia certamente la società odierna, nella quale mancano le certezze causa la crisi economica, che cos√¨ impone di unire le forze e non fare sprechi. Sicuramente ci sarà qualche fusione e purtroppo anche qualche rinuncia.

Promessa da giovane, certezza col passare degli anni, D’Addio pensa ad un futuro in panchina? Se si’ quando?
Purtroppo gli anni passano per tutti, anche per me. Un giorno mi piacerebbe allenare, magari iniziando proprio dalla Trilem, intanto sto bene e voglio giocare, ho ancora tanto da dare.

Andiamo all’argomento del giorno, la finale playoff, arrivate al gran completo o c’è qualche defezione?
Siamo tutti pronti e arruolabili, dipende solo dal mister, inoltre ho visto la squadra in ottima forma.

Per voi conterà solo vincere, un pronostico su chi passa il turno?
Si, purtroppo lo Sparta gode di due risultati su tre, sarà una partita equilibrata tra due squadre ben attrezzate. Però posso darvi il risultato: 3 a 5 e uomo partita, voglio essere presuntuoso…D’Addio.

Andiamo oltre allora, la finale è vinta e siete al triangolare, quali velleità?
Affronteremo ogni gara con massimo impegno e cattiveria agonistica, lo abbiamo fatto per tutta la stagione: vogliamo la B.

Comunque vada quale futuro per la Trilem e quale per D’Addio?
Il futuro di D’Addio è legato alla Trilem e a Peppe Errico: se si continua andrò avanti insieme a lui, con cui sono legato da un rapporto eccezionale.
L’intervista è finita e il guanto di sfida è lanciato, non ci resta che attendere sabato 18 maggio alle 17:30, quando ci sarà il fischio d’inizio della finale tra Sparta Pomigliano e Trilem Casavatore.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *