FIGC. Gravina sulla Serie A a 22 squadre: “Ingestibile. Preoccupato per il calcio, dilettanti settore a rischio”

In questo periodo di incertezze in cui viviamo a causa dell’emergenza sanitaria, qualcuno aveva paventato la possibilità di disputare il prossimo campionato di Serie A con 22 squadre. Sull’argomento è interventuo il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, ai microfoni di SkySport.

“Di ipotesi ne sono state fatte tantissime, ma la stella polare sono le nostre norme, e non è facile modificare il format dei campionati. L’ipotesi di passare ad una serie A a 22 squadre dovrebbe confrontarsi con un campionato che probabilmente partirà già in ritardo e dovrà comunque finire a maggio 2021 per l’Europe: mi apparirebbe cosa schizofrenica avere l’esigenza di giocare meno partite e fare una A con 22 squadre. Sarebbe un campionato ingestibile. Sono preoccupato per tutto il calcio, la A, la B, la C e il mondo dilettantistico. Anzi, comincerei da lì perché è un settore che rischia di perdere oltre tremila società: un disastro”.

Condividi