Fenix Santa Maria. Di Luccia e Lanzalotti calano il poker alla Magna Graecia

Scontro al vertice nel girone B di serie C di Calcio a 5 Femminile, a contendersi i 3 punti la capolista, nonch√© favorita, Salernitana Magna Graecia e la compagine cilentana F√©nix S.Maria F.C. La formazione ospite si presenta con una formazione rimaneggiata a causa dei numerosi infortuni, mentre la squadra di casa in maglia bianca si schiera con la formazione tipo, nella quale però spicca l’assenza della Castagnozzi.

IL MATCH – La Magna Graecia parte a mille all’ora, pressando il più possibile la le ospiti in maglia rossa e assediando l’area avversaria alla ricerca della prima segnatura, che viene però annullata dall’arbitro per un fallo sul portiere della F√©nix. Le due squadre continuano a darsi battaglia, offrendo uno spettacolo di alto livello agonistico, è la F√©nix a mettere la freccia al termine di un’azione corale, finalizzata da Di Luccia pronta a sfruttare l’assist al bacio del capitano Lanzalotti. La squadra di patron Russo non ci sta a perdere e inizia una sfrenata corsa al gol, ma non riesce a contrastare le ragazze di mister Costantini. Il primo tempo si chiude cos√¨ sul 1-0 per la F√©nix S.Maria. Nella ripresa le squadre si mostrano ancora più agguerrite, la Magna Graecia crea molto ma non riesce a finalizzare, sprecando anche occasioni importanti a pochi passi dalla porta, complice forse un po di sfortuna, che però non sminuisce la prestazione del portiere Di Bello che blinda la propria porta con interventi spettacolari e fondamentali. La F√©nix approfitta degli errori delle avversarie e segna il 2-0 di nuovo con Di Luccia su assist di Cepparulo. Intorno alla metà del secondo tempo la numero 10 in maglia rossa, Stefania Palumbo, subisce un brutto fallo dal portiere avversario su un azione di uno contro uno, cos√¨ è costretta a uscire per un duro colpo alla schiena. Con l’uscita della Palumbo, autrice di un’ottima partita, in cui ha messo in mostra ancora una volta le sue grandi doti tecniche, mister Costantini ritocca ulteriormente la formazione in campo. A questo punto la Magna Graecia gioca a ritmi ancora più frenetici usando anche il portiere di movimento, scelta però che gli costa cara, visto che il capitano Lanzalotti approfitta due volte dalla propria metà campo, portando cos√¨ il risultato sul 4-0 e dando alla F√©nix una certa tranquillità. Le ragazze in maglia rossa continuano fino alla fine a combattere per difendere il risultato ed è soltanto allo scadere del secondo tempo che arriva il gol della bandiera per la Magna Graecia segnato da Raffaela Filocaso.

Di Luccia – Di Bello