Faiano. La società replica a Turco: “Rammarico per le dichiarazioni, agiremo in tutela della dignità”

L’ U.S. Faiano 1965 con la presente intende esprimere rammarico per le dichiarazioni rese dal signor Carmine Turco, tecnico dell’U.S. Agropoli al termine dell’incontro di calcio disputato ieri. Le dichiarazioni rese dal signor Turco, mortificano ed offendono una società sana che fa calcio dal lontano 1965 grazie soprattutto alla figura del presidente Emilio Pappalardo. Presidente che per otto anni ha consentito al medesimo allenatore, pur in presenza di situazioni non facili – come in occasione di un periodo di nove sconfitte consecutive – di allenare una società, in piena fiducia e che ha fatto del fair play e del rispetto dell’avversario uno stile di vita, a prescindere da chi ha avuto onore di rappresentarla in organigramma. La storia biancoverde si intreccia con un uomo, Emilio Pappalardo, che nell’anno 2019 è stato insignito dal riconoscimento dalla FIGC, nella persona del presidente Gravina, per il suo lungo percorso di dirigente e presidente nella società in ben 50 anni. Nei confronti del signor Turco l’U.S. Faiano 1965 valuterà se sussistono i presupposti per agire a tutela della dignità della società, per le affermazioni ed asserzioni rilasciate nell’intervista nel dopo gara ad una importante testata giornalistica campana.