F1. Test a Barcellona per le scuderie, la Ferrari di Vettel davanti a tutti

Montmelò – Si ricomincia. Prima giornata di test al Circuit de Catalunya a Montmelò, nei pressi di Barcellona per le nuove monoposto che si sfideranno nel Mondiale di Formula Uno che prenderà il via a metà marzo in Australia. Occhi e obiettivi di telecamere puntati sulla nuova Mercedes WO7 e sulla Ferrari SF16-H. Nel primo duello di una stagione che si spera sia più entusiasmante e combattuta di quella dominata dalle frecce d’argento e da Lewis Hamilton, la meglio l’ha avuto la Ferrari con Sebastian Vettel. Il tedesco che ha girato con le Pirelli a mescola media, cos√¨ come tutti gli altri piloti in pista, è stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1’25, fermando il cronometro su 1’24″939. Hamilton, invece, è stato più lento di 470 millesimi, quasi mezzo secondo, ma è stato di gran lunga il pilota che ha macinato più chilometri di tutti con 156 giri compiuti. Il tedesco della Ferrari, invece, ne ha percorsi circa la metà (69), fermandosi per un paio d’ore al box per alcune regolazioni sulla vettura e sui manettini sul volante.

Il programma di lavoro dei due pluri campioni del mondo era comunque diverso. La W07 è una evoluzione della monoposto che l’ha preceduta e quindi per Hamilton e la Mercedes era necessario fare la differenza tra le due vetture e cercare l’affidabilità più che lo spunto velocistico. Discorso diverso per la rossa di Maranello che ha presentato invece, non una evoluzione, ma una rivoluzione rispetto alla SF15 T. Difficile dire dopo questa prima uscita quali siano i veri valori in campo. Sarà necessario aspettare sicuramente la prima gara per capire se e quanto la Ferrari si è migliorata e se potrà dare battaglia già da Melbourne alla Mercedes. Scorrendo la scala dei tempi odierni, terzo tempo a un secondo e un decimo da Vettel per Daniel Ricciardo con la Red Bull che ha preceduto di 47 millesimi Valtteri Bottas con la Williams. A seguire il pilota di riserva della Force India Alfonso Celis Jr con 1’26″298, ma ottenuto con la gomma morbida. A quattro decimi dal messicano Jenson Button con la nuova McLaren. Anche il pilota britannico ha usato pneumatici di mescola morbida per il suo best lap, ma nonostante qualche problema ha portato a compimento ben 84 giri, cinque in più rispetto a quanti la McLaren-Honda aveva inanellato in tutti e quattro i giorni del primo test della scorsa stagione a Jerez, in quello che è stato un anno molto difficile per il nuovo connubio. Alle spalle di Button Carlos Sainz con la Toro Rosso a 2″2 dal miglior tempo di giornata. Ha girato con la vettura dell’anno passato, invece, la Sauber con Marcus Ericsson.Esordio incoraggiante invece per Pascal Wehrlein al suo esordio con la Manor con un tempo di 3″3 più lento rispetto a Vettel, considerando che alcune parti della nuova monoposto sono arrivare solo ieri sera. Un cedimento all’ala anteriore, invece, ha compromesso la prima uscita della nuova scuderia Haas con il motore Ferrari. Per Romain Grosjean solo 31 giri ed il decimo tempo (1’28″399). Tanti problemi e soli 37 giri infine per Jolyon Palmer con la Renault a quattro secondi da Vettel. (AGI)