Empoli-Juve Stabia. Strada subito in salita per le vespe: precedenti e probabili formazioni

Cammino subito in salita per la Juve Stabia di mister Fabio Caserta. Dopo aver conquistato con le unghie e con i denti la tanto bramata Serie B, aggiudicandosi a mani basse il campionato di terza serie, adesso bisogna tenersela stretta. Un inizio non facile per i gialloblù che saranno impelagati subito in un match al quanto ostico. Le vespe di Caserta, infatti, domani alle ore 18:00 saranno impegnate allo stadio Carlo Castellani contro l’Empoli di Cristian Bucchi, squadra attrezzata per risalire in A dopo la retrocessione subita.

A dirigere la sfida sarà il signor Luca Massimi della sezione AIA di Termoli. Il fischietto molisano verrà coadiuvato da Luigi Rossi di Rovigo e Giuseppe Macaddino di Pesaro. Mentre il quarto uomo sarà Matteo Gariglio di Pinerolo.

Sono 8 i precedenti tra Empoli e Juve Stabia con un bilancio di 5 successi azzurri, 1 pareggio e 2 affermazioni stabiesi. Quattro le edizioni andate in scena al Castellani: 3 vittorie dei toscani e 1 delle vespe. Il primo confronto risale al campionato 1994/95 (Serie C1 girone B). Ad aggiudicarsi il match in quel frangente fu proprio la compagine termale per 1-0 grazie alla rete firmata nel finale di Bertuccelli. Empoli e Juve Stabia tornarono a sfidarsi nell’agosto del 2011 proprio a margine della prima giornata di campionato. Ad aprire le danze del match fu Danilevicius, portando in vantaggio la Juve Stabia allora guidata da Braglia. Ma con grande forza di spirito l’Empoli all’epoca allenato da mister Aglietti ribaltò tutto con le reti siglate da Dumitru e Tavano. L’anno successivo manita azzurra con la squadra di Maurizio Sarri si impose per 5-0 grazie alle doppiette di Saponara e Tavano e alla rete di Maccarone. L’ultimo confronto, invece, è datato marzo 2014. Anche in quel caso l’Empoli fece la voce grossa assicurandosi la gara stendendo in rimonta la Juve Stabia per 2-1 (Tavano [E], Zampano [J], Maccarone [E]).

I PRECEDENTI

1994/95 Serie C1 Empoli-Juve Stabia 0-1

2011/12 Serie B Empoli-Juve Stabia 2-1

2012/13 Serie C1 Empoli-Juve Stabia 5-0

2013/14 Serie C1 Empoli-Juve Stabia 2-1

COME ARRIVA L’EMPOLI ‚Äî Dopo le due vittorie di fila ottenute in Coppa Italia, mettendo ko in casa Reggina e Pescara, la squadra toscana va a caccia del tris. Mister Cristian Bucchi proverà a piegare la Juve Stabia di Caserta con il suo ormai noto 4-3-1-2. Tra i pali sarà presente Brignoli. In difesa Veseli, Maietta, Nikolaou e Antonelli. A formare il trittico di centrocampo, invece, saranno molto probabilmente Dezi, Stulac e Bandinelli. Sulla trequarti Laribi, che agirà alle spalle del duo d’attacco composto da La Gumina e Mancuso.

COME ARRIVA LA JUVE STABIA ‚Äî Messa ormai alle spalle la prima uscita stagionale in Coppa Italia contro l’Imolese, finita con la sconfitta ai rigori, la Juve Stabia è pronta a dare il via alla sua nuova avventura nel campionato di Serie B. Saranno quattro le pedine che mancheranno in occasione della gara di domani tra le file di mister Caserta. Out Izco, Del Sole, Allievi e capitan Mastalli. Il trainer di Melito di Porto Salvo opterà per il solito 4-3-3 con qualche modifica rispetto all’esordio stagionale in Coppa. Tra i pali l’onnipresente Branduani. Mentre in difesa dovrebbero partire dal primo minuto Vitiello, Tonucci, Troest, e Germoni con Addae, Calò e Carlini a dare sostanza e qualità al centrocampo. Il tridente d’attacco, invece, con ogni probabilità sarà composto da Melara, Cissè e Canotto.

PROBABILI FORMAZIONI

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Veseli, Maietta, Nikolaou Antonelli; Dezi, Stulac, Bandinelli; Laribi; La Gumina, Mancuso.

A disposzione: Meli, Provedel; Romagnoli, Moreo, Bajrami, Donati, Frattesi, Cannavò, Piscopo, Ricci, Gazzola, Balkovec, Pirrello, Jakupovic, Moreo. Allenatore: Cristian Bucchi.

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Vitiello, Tonucci, Troest, Germoni; Addae, Calò, Carlini; Melara, Cissè, Canotto.

A disposizione: Esposito, Russo, Fazio, Lia, Todisco, Di Gennaro, Mallamo, Mezavilla, Boateng, Elia, Rossi. Allenatore: Fabio Caserta.

 

Nunzio Marrazzo

Condividi