Eccellenza. Vittoria, play-off e retrocessioni: il punto alla penultima giornata

Si è giocata la penultima giornata del campionato di Eccellenza. Un campionato anomalo per via del nuovo format con tre gironi che porta alla vittoria del raggruppamento, ma non l’automatica promozione in Serie D. In settimana avevamo calcolato le probabilità e valutato le combinazioni della griglia play-off (LEGGI QUI). Adesso, con 90′ minuti alla fine della stagione regolamentare analizziamo i verdetti, e come potrebbe cambiare la griglia.

Eccellenza. I risultati e le classifiche della penultima giornata

Eccellenza girone A: giochi fatti solo per il primato

Con il pareggio con il Pomigliano, la Palmese è riuscita a volare a +4 dalla seconda classificata, l’Audax Cervinara, che nonostante la vittoria contro la Polisportiva Lioni, non è riuscita a mettere in discussione il suo posizionamento. Traballa anche il secondo posto, proprio perchè il Lions Mons Militum è riuscito a mantenere la scia e anche un distacco ancora annullabile. Il Cervo è a soli 2 punti di differenza dai gialloverdi.

Si chiude anche la corsa per l’Acerrana o il Grotta, entrambe al quarto posto con 44 punti. Il potenziale per le due squadre è di 47 punti, che sono inferiori a quelli delle altre due quarte. Sia il Napoli United, che la Scafatese hanno vinto, portando il proprio punteggio, giù superiore rispetto alle colleghe di posizione del girone A, a +3.

Tutto da decidere per quanto riguarda la zona play-out. E’ una lotta a quattro per la salvezza diretta essendoci due punti tra la quartultima, il Città di Avellino e l’ottava, il Pomigliano. La sola certezza è che non si disputerà uno degli scontri dei play-out. Tre le retrocesse, di cui due già si sapevano: la Vis Ariano e la Virtus Cilento. Si è aggiunto l’Ottaviano.

Adesso si deciderà tutto nell’ultima gara. Sono 32 i punti del Città di Avellino, che si giocherà la permanenza nello scontro diretto contro il Saviano. Il Pomigliano dovrà ospitare l’Acerrana che giocherebbe solo per la gloria di chiudere tra le migliori cinque. Mentre la Virtus Campania Ponticelli ospiterà la Palmese.

Eccellenza girone B: Puteolana al triangolare, Napoli United ai play-off

La vittoria della Puteolana sulla Nuova Napoli Nord e il pareggio del Savoia in casa della Maddalonese, ha permesso ai flegrei di raggiungere i +8 che chiudono il discorso vittoria del girone. Seconda classificata per il triangolare promozione, quindi, mentre è tutto da stabilire per i play-off.

Il secondo posto e quelli a seguire, sono rimasti allo stesso distacco. Infatti non solo il Savoia ha pareggiato, ma anche lo scontro diretto tra Napoli United e Ischia ha dato la X come segno finale. Restano tre squadre in tre punti, con l’ultima partita a decidere tutto. L’Ischia dovrà affrontare l’Albanova, mentre il Napoli United ha la Neapolis che ha ancora l’obiettivo salvezza da raggiungere. Infine il Savoia chiamato alla sfida contro il Sant’Antonio Abate.

Squadre coinvolte nella corsa ai play-out quindi, soprattutto la Neapolis, che potrebbe chiudere a -10 dalla Maddalonese, che a quel punto non disputerebbe il play-out ma sarebbe automaticamente salva. Poco cambierebbe, invece, per Sant’Antonio Abate e Real Forio, vicini tra di loro, ma lontani dagli altri posti a disposizione.

In zona retrocessione si è già deciso da diverse giornate. Scendono il Barano e la Nuova Napoli Nord, che potrebbe essere classifica come la peggiore ultima classificata a zero punti in 25 giornate.

Girone C: sfida all’ultimo punto

Niente è deciso nel girone C. Due punti dividono l’Angri e il San Marzano, impegnate nella corsa alla vittoria del girone. Un punto, invece, separa l’Agropoli alla Scafatese per la corsa al terzo posto. Uno scontro per un miglior piazzamento in classifica play-off, perchè con i suoi 52 punti, i canarini sono la prima miglior quarta, entrando di diritto nella griglia per gli spareggi promozione.

Fuori dai giochi il secondo posto e anche il quarto, per il Buccino troppo indietro per poterci solo pensare. Ma ancora tutto da decidere per i play-out. Ad oggi, sarebbero impegnate nello spareggio salvezza il Faiano, l’Alfaterna, il Castel San Giorgio e il Salernum Baronissi. Il Costa D’Amalfi può fare tutto, tranne che restare tranquillo, avendo 29 punti proprio come il Faiano e l’Alfaterna.

Nella corsa potrebbe restare invischiato anche il Sant’Agnello, che nonostante i 32 punti, potrebbe ritrovarsi nella zona calda a causa degli scontri diretti a sfavore contro l’Alfaterna. Con il Faiano andrebbe in concorso la differenza reti, che attualmente premierebbe proprio i biancoverdi. Intanto nell’ultima gara i costieri dovranno vedersela con il Costa D’Amalfi e il Faiano con l’Alfaterna. Due scontri diretti per riemergere, mentre la gara più impegnativa sarà per il Salernum Baronissi, chiamata alla gara contro il Vico Equense. Il Castel San Giorgio contro il Calpazio.

Due squadre che non hanno niente altro da chiedere al campionato. Ed infatti, la squadra capaccese è una delle due retrocesse alla Promozione assieme alla Virtus Cilento.