Eccellenza, le “promosse” ai play off e chi è ancora in lotta

Manca ormai l’ultima giornata del campionato di Eccellenza. Les jeux sont fait, quindi, ma ancora manca qualche tassello per delineare definitivamente la griglia della classifica play-off. Le prime tre più la miglior quarta: queste sono le squadre che potranno ambire alla promozione in Serie D.

Attualmente le prime certezze sono quelle di: Frattese ed Acerrana per il girone A, con Albanova e Maddalonese a distanza di due punti. I casalesi rischiano, quindi, di perdere il terzo posto per fare spazio ai granata. Nel girone B pochi dubbi, c’è solo da stabilire chi sarà la seconda tra il Pianura e il Napoli United, mentre l’Ischia si proietta verso gli spareggi promozione.

Una sola posizione certa nel girone C, dove il San Giorgio è tranquillo in alto, rincorso dal Pomigliano, che rischia di vedersi scavalcare dalle inseguitrici. Alle spalle, infatti, ci sono Barrese, a 14 punti, uno in meno degli uomini di Baratto, con Scafarese e Sant’Agnello a seguire con 13. Tutto da decidere, quindi, per il terzo raggruppamento del campionato, da cui potrebbe venire fuori la migliore quarta, come proprio nel girone A. Giochi fatti per i restanti gironi D ed E, con rispettivamente Audax Cervinara, Mariglianese e Palmese, e Buccino, Virtus Celiento e Angri praticamente qualificate.

Per quel che riguarda la migliore quarta, come detto poco sopra, le opzioni sono limitate. L’Albanova rischia di perdere il terzo posto, avendo a che fare con l’Acerrana, mentre per la Maddalonese ci sarà il Mondragone fanalino di coda. Molto avvincente la giornata del girone C, La Barrese difenderà il proprio terzo posto vedendosela con il Vico Equense, mentre il Pomigliano sarà impegnato al Gobbato con il San Giorgio. Occhi puntati, invece, su Scafatese-Sant’Agnello, ultima spiaggia per entrambe le formazioni per rientrare nella zona play-off.