Eccellenza e Promozione. Finto comunicato alle società: chi è l’artefice della fake news?

Nella serata di ieri era circolato lo screenshot di un finto comunicato inviato nei gruppi whatsapp delle società nel quale si obbligava le squadre a scendere in campo pena la radiazione e la squalifica per un anno dei calciatori.

Una posizione che avrebbe voluto aprire una vera e propria guerra tra le società e il commissario Barbiero. In seguito ad approfondite ricerche, però, è venuto alla luce che la precisazione trascritta nel comunicato “Programma Provvisorio gare 25 e 26 maggio” in realtà non esiste.

Programma provvisorio gare del 25 – 26 maggio 2019

Insomma una modifica volontaria per creare ulteriore malcontento nelle società che saranno nell’immediato week-end impegnate nel play-out aggiuntivo.

Inoltre, secondo alcune indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, l’obbligo di svolgere i play-out deriva dall’attuale situazione che coinvolge il Comitato regionale Campania. Infatti, in un nostro precedente articolo (LEGGI QUI) si faceva riferimento ad un precedente nella stagione 2014/2015. In quel caso i play-out non vennero disputati, ma la differenza rispetto a quanto sta accadendo attualmente è proprio da collegare alla presenza di un commissario straordinario.

La possibilità di play-out aggiuntivi è menzionata nel comunicato numero 1 del 5 luglio 2018, quindi l’impossibilità di optare per l’annullamento dei play-out e di creare una stagione in (possibile) sovrannumero è la mera applicazione del regolamento, unica possibilità che attualmente ha Barbiero. Nelle sue mansioni, infatti, è esclusa ogni modifica al regolamento vigente. Ecco, perchè. quindi, il Comitato Campania in questa situazione non può andare incontro alle esigenze delle società.

Cristina Mariano