Dinamo Sorrento. Harakiri rossonero contro il Calvi

Harakiri Dinamo, e rimpianti per troppi alti e bassi all’interno di una gara che ha visto le ragazze rossonere farsi riprendere e superare nelle battute finali, dopo aver lottato con le unghie per restare aggrappate a un match rocambolesco. Valentina Guarracino festeggia il compleanno realizzando una doppietta che purtroppo non basta: Calvi espugna di misura l’impianto di Viale dei Pini, condannando il roster sorrentino al quarto ko di fila. Testa bassa e lavoro duro in settimana, per preparare al meglio il prossimo incontro che vedrà Anna Catapano e compagne far visita all’Afro Napoli, reduce dal primo successo stagionale conquistato sul terreno delle Tigers.
Lo starting V di coach Di Dato è composto da Scermino, Guarracino, Perrella, Botta e Catapano.
Avvio subito a spron battuto per la Dinamo, che sblocca subito il risultato grazie alla solita Catapano con la complicità del portiere ospite. Le costiere non riescono però a sfruttare la scia positiva dell’immediato vantaggio, e varie amnesie difensive portano inaspettatamente Calvi al pareggio. Coach Di Dato carica le ragazze che tornano a farsi sotto, seppur con un pizzico di precipitazione, e sfiorano il gol prima con Guarracino e poi con Catapano. La rete è nell’aria, e da una palla persa dalle sannite in uscita nasce il 2-1 firmato Perrella. Botta sfiora il tris con una magia di tacco, ma nel miglior momento una dormita difensiva da il là al 2-2 con l’attaccante ospite a finalizzare un’azione prolungata. La Dinamo accusa il colpo, va addirittura sotto sugli sviluppi di una ripartenza, e nonostante gli acuti di Guarracino e Catapano rientra negli spogliatoi sotto di un gol (2-3).
La ripresa è un’altalena di emozioni. Guarracino scarica un tracciante che s’insacca all’incrocio (3-3), Calvi rimette la freccia ma Botta è lestissima ad approfittare di uno svarione della retroguardia per siglare il 4-4. Guarracino è inarrestabile e gonfia nuovamente la rete (5-4) guidando le compagne verso una rimonta che sembra poter essere definitiva. Botta sfiora il colpo del ko ma la sfera si infrange sul legno a portiere battuto. Sembra fatta, ma sul più bello le ragazze arretrano troppo il baricentro, e Calvi ne approfitta per prendere fiducia e realizzare 2 reti in pochi minuti con i 3 punti che prendono la via del Sannio. Sconfitta bruciante, ma indolore in termini di classifica, con Calvi che resta dietro la Dinamo Sorrento, ma accorciando il gap ad un solo punto di distanza.

Ufficio Stampa
Dinamo Sorrento

Condividi