De Laurentiis: “Higuain? Chiederemo i danni. A Zuniga ho offerto…”

Come sempre, un fiume in piena. Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto in diretta a Radio Goal. Piedi per terra per il patron dopo la roboante vittoria all’esordio contro il Bologna: “Bisogna stare con i piedi per terra, non ci possiamo esaltare per la prima gara. Ma se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo fare bene”.

Il presidente non rinuncia a parlare anche riguardo all’incidente occorso ieri a Gonzalo Higuain: “Non l’ho ancora incontrato di persona. Ho visto la foto e potremo fare causa a Capri e alla Regione Campania. Ne ho le scatole piene di non avere presidi medici di livello. Chiederemo 100 milioni di danni e li devolveremo in beneficenza. I politici devono avere una lezione. Il Sindaco di Capri, il Presidente della Regione che ci stanno a fare? A Capri potrebbero arrivare barche con bilioni di dollari e non c’è nemmeno un’assistenza adeguata. Nemmeno in Africa”

Sotto con il tabù Chievo: “A Verona i ragazzi saranno molto cauti, è una piazza difficile, non sarà affatto facile. Negli anni precedenti il Chievo è stata una squadra molto tosta. Chiedo ai ragazzi di affrontare la prossima partita con grande umiltà. Staremo in guardia”.

Per il mercato si valuta la possibilità di prendere un altro difensore: “Non sempre quando si interviene sul mercato si fa il bene della squadra, è difficile identificare gli innesti giusti. Stiamo valutando con Benitez e Bigon se prendere un altro difensore. Ma noi siamo sempre attenti, c’è anche gennaio, potremmo decidere se muoverci o meno”.

Chiosa finale sul rinnovo di Insigne e sulla trattativa Zuniga: “Ho fatto un’offerta molto importante a Zuniga, il 40% in più rispetto alla Juve, ora starà a lui decidere se diventare o meno bianconero. Al “chi non salta bianconero è” ha risposto saltando, sarebbe grave tradire le emozioni dei tifosi. Insigne è un nostro scugnizzo, abbiamo ritoccato il contratto“.

Condividi