Crotone-Napoli 0-1. Sarri: Il tocco di Mertens non è da rigore

Maurizio Sarri dopo la vittoria all’Ezio Scida per 1-0 contro il Crotone di Walter Zenga ha esordito cos√¨ ai microfoni di ‚ÄòSky Sport’: Campioni d’inverno? E’ inutile, è un titolo che non esiste e quindi non ci interessa. Ci interessano i numeri importanti perch√© vuol dire che stiamo lavorando bene, ma tutto finisce l√¨. Siamo consapevoli che per garantire un futuro al Napoli dobbiamo conquistare la Champions League anche quest’anno. Da questo punto di vista può essere importante aver fatto 48 punti nel girone d’andata”.

Nella ripresa il Napoli ha sofferto un po’ troppo. Ecco come la pensa Sarri: Rischi di troppo è eccessivo, perch√© abbiamo preso giusto un tiro nello specchio. Era una gara che poteva finire larga per noi”.

Sul tocco di Mertens: Io se fossi un arbitro questi rigori non li darei mai. Hamsik la cicca a 10 centimetri da lui. Se abbiamo una responsabilità è quella di non averla chiusa. Poi è normale che nel finale la gara si può sporcare. Nel primo tempo, nei limiti di quello che poteva consentire la situazione di stasera, abbiamo fatto bene”.

Sul mercato: Parlate con Giuntoli, io non mi interesso. Secondo me siamo scoperti in un ruolo. Questo è un compito del direttore sportivo. Se parla lui di tattica io mi incazzo, allora io non parlo di mercato”.

Su come arginare il gap dalla Juventus: Negli undici questa squadra è difficilmente migliorabile. Possiamo allargare la rosa e prendere qualche giocatore con caratteristiche diverse che ci permetterebbe di proporre qualcosa di diverso. A me interessa che vengano giocatori forti, non mi interesse se destro o sinistro. Ounas sarà sicuramente un ottimo giocatore, ma sta migliorando nelle lacune che ha di tattica collettiva. Deve fare un percorso, poi può avere una carriera brillante”.

 

Nunzio Marrazzo

Condividi