Costa D’Amalfi. Finisce 0-2 alla Massajoli, vittoria col Santa Cecilia

Bomber Criscuoli bussa due volte, e il Costa d’Amalfi continua a sognare.
Gli uomini di mister Contaldo regolano con un secco 2-0 il Santa Cecilia, con una gara concreta e caparbia, e in virtù del pareggio della Calpazio, accorciano dalla vetta, che ora dista solo due lunghezze.
Gara che ha avuto un solo padrone, con i costieri che non hanno concesso neanche un tiro ai padroni di casa. Al 13¬∫ Campione trattiene platealmente De Luca in area di rigore, l’arbitro, neanche a due metri, non pu√≥ far altro che concedere il penalty: Criscuoli realizza cos√¨ il vantaggio. Il Santa Cecilia, che comunque aveva iniziato la gara con una buona pressione, cercando di non far giocare i costieri, accusa un p√≥ il colpo e subisce il fraseggio ospite, con D’Amora letteralmente imprendibile sulla sinistra, e con un incontenibile Marino, che ha corso e fatto a sportellate per tutta la gara. A centrocampo è Lettieri a prendere per mano la squadra, anche perchè i costieri perdono capitan Cestaro, per infortunio, poco dopo la mezzora. La prima frazione si chiude con un ottima triangolazione tra Criscuoli e Marino, con quest’ultimo che offre al bomber costiero un assist al bacio, di petto, ma la conclusione termina a lato.
Nella ripresa i costieri abbassano leggermente il ritmo, sempre cercando di non rischiare nulla. Il Santa Cecilia prova a cambiare l’inerzia della gara inserendo Parisi e Santonocito, ma la difesa costiera non fa sconti e rende inoperoso Napoli. I costieri quando accelerano creano grossi pericoli, con Lettieri e Marino che ci provano dal limite, ma il raddoppio arriva solo al 74¬∫: Di Martino riceve sulla trequarti e prova la conclusione, respinta da Vergadoro, la palla arriva a Criscuoli che non ci pensa due volte e lascia partire un sinistro terrificante che si insacca alle spalle di Bracciante. Ai costieri non serve altro che gestire la gara, ed al 92¬∫ fa clamore l’impressionante percussione di Marino, che partito dalla linea di centrocampo si porta letteralmente in spalla due difensori, prima di entrare in area e calciare a lato, un vero e proprio toro indomabile.
Vince il Costa d’Amalfi, su un campo difficile, in terra battuta, che non regala nulla, e lo fa con una prova di carattere e di ottima fattura. Adesso i costieri ospiteranno la Poseidon, in una gara che pu√≥ significare molto, anche perche in contemporanea c’è Calpazio – Sanseverinese, ed è un occasione ghiottissima per recuperare ancora altri punti.

UFFICIO STAMPA
FC COSTA D’AMALFI