Cosenza-Salernitana 0-0. Difesa granitica, attacco poco incisivo: le pagelle dei granata

La sfida tra il Cosenza di Piero Braglia e la Salernitana di Angelo Adamo Gregucci termina in parità. Non tantissime emozioni al San Gigi Vito Merulla che ha visto le due compagini chiudere il match sullo 0-0.

LE PAGELLE DEI GRANATA

Micai: sporca i guantoni in poche davvero poche circostanze, ma nonostante ciò di fa trovare sempre pronto. Voto: 6.

Mantovani: prova positiva. Dalle sue parti non si passa. Perfetto negli interventi. Combatte come un guerriero. Voto: 6,5.

Migliorini: granitico in difesa. Non vacilla sui guizzi di Tutino e compagni. Una sicurezza nel reparto arretrato. Voto: 6,5.

Gigliotti: fa l’utile e il dilettevole. Tiene bene il campo, copre bene la sua zona. Voto: 6.

Pucino: spinge poco ma in compenso da una grande mano in fase difensiva. Voto: 6.

Akpa Akpro: sempre la solita buona partita in fase di interdizione. Recupera numerosi palloni. Mette muscoli e tanta aggressività. Voto: 6,5.

Di Tacchio: altra partita di quantità. Essenziale in fase di contenimento. Detta bene i tempi di gioco a centrocampo. Voto: 6,5.

Vitale: corre a più non posso sulla fascia. Si rende utile soprattutto in copertura. Altra prova egregia dopo il match casalingo con il Foggia. Voto: 6.

A. Anderson: il più peperino del reparto avanzato. Con i suoi dribbling mette in difficoltà i rossoblù. Sfoggia le sue doti tecniche più volte. Si mostra indispensabile anche in fase di copertura. Voto: 6,5. Dal 74′ Rosina: sempre sul pezzo. Il suo ingesso da una botta di adrenalina all’attacco granata. Voto: 6,5.

Djuric: altra prestazione incolore, gioca molto di sponda. Ancora poco incisivo in avanti. Voto: 5,5. Dall’82’ Bocalon. Voto: SV.

Jallow: mostra tanta voglia di fare, a volte eccede in egoismo. Con la sua velocità mette in apprensione la retroguardia rossoblù in varie circostanze. Poco preciso, però, sotto porta. Voto: 6.

 

Nunzio Marrazzo