Coppa Italia. Pomigliano-Termoli 5-2. Seno: “In granata solo chi crede nel progetto”

Il Pomigliano torna a sorridere, anche se “solo” in Coppa Italia. Dopo la burrasca di inizio settimana, che è costata il posto in squadra a tre pilastri come Follera, Panico e La Cava (curioso il fatto che abbiano segnato proprio i loro sostituti naturali), la società decide di far parlare il solo mister Biagio Seno, soddisfatto e più determinato che mai, anche a livello dialettico.

– Mister Seno, guardando agli altri undici proposti fin’ora, possiamo affermare che ha scelto anche quest’oggi quello “titolare”. Segnale per evidenziare quanto questo Pomigliano ci tenga alla Coppa Italia?
Non è una questione di tenerci alla Coppa Italia in particolare: ogni impegno ufficiale bisogna essere onorato e quindi ho scelto la squadra che meglio avrebbe potuto farlo. Credo di aver scelto bene, data la prova dei ragazzi.
Come giudica la gara di Schioppa, di nuovo in campo dopo da titolare dopo un pò di tempo?
Alessio è con noi da un anno e mezzo e lo conosco molto bene, è un giocatore di sicuro affidamento e so che, quando chiamato in causa, può assicurare prestazioni all’altezza. Anche se per due o tre gare non è stato titolare mi fido molto di lui: possiamo stare tranquilli in questo senso.
– Varriale glaciale dal dischetto: ad oggi è lui il nuovo rigorista?
Direi di s√¨: dopo Panico c’era lui nelle gerarchie e quindi da oggi sarà il nostro primo rigorista.
– Il presidente Pipola ha poco fa dichiarato che il Pomigliano è ancora un cantiere aperto e fino al 17 può succedere di tutto. Crede quindi arriverà qualche nuovo giocatore?
Questo non saprei diverlo, ma posso affermare che se dovesse arrivare qualcuno vorrà dire che questi si è detto pienamente disponibile a seguire il nostro progetto calcistico. Chi viene a Pomigliano deve credere nella causa, altrimenti…
– Capitolo campionato: domenica si va a Cava contro una squadra a punteggio pieno e senza De Rosa, squalificato addirittura per le prossime tre gare. Come ha pensato di arginare quest’importante assenza?
Abbiamo varie soluzioni per sostituire Rosario De Rosa, sceglierò ovviamente quella che ritengo migliore e per farlo mi servirò degli allenamenti che ci porteranno ai prossimi match, per quanto riguarda la Cavese deciderò sabato dopo la rifinitura. Le mie scelte, poi, potranno anche cambiare in base all’avversario che andremo ad affrontare.
– Obiettivi dopo la doppia sconfitta in campionato?
Abbiamo un progetto societario che porteremo avanti con tutte le nostre forze, sia tecniche che societarie ed è un progetto che non si ferma al mero risultato della prima squadra, ma un cammino che parte da lontano. Nonostante le due sconfitte dobbiamo crederci come e più di prima, sappiamo di non essere una corazzata ma con la giusta applicazione possiamo arrivare ad una posizione dignitosa di classifica e fare discorsi a lungo termine.
Condividi