Ciclismo. La Coppa Montoro con i giovani e per i giovani, il 12 giugno la 65°edizione della classica giovanile

La data del 12 giugno è un appuntamento da non mancare nella città di Montoro: lunga vita alla 65¬∞edizione della Coppa Montoro che è entrata nella cultura sportiva della cittadina montorese come momento di promozione del ciclismo giovanile.

E’ una grande festa, prima di essere un evento agonistico per le categorie giovanissimi, esordienti e allievi grazie all’instancabile lavoro della Montoro 1927 e del presidente Mario Mari, per una domenica dove la città di Montoro sarà al centro dell’attenzione non solo regionale ma anche a livello nazionale.

In una domenica, dalla mattina al pomeriggio, la manifestazione sarà articolata in tre eventi distinti: il Memorial Antonio Napodano riservato alla categoria Giovanissimi (partenza prima batteria alle 10:00).

Alle 14:30 il secondo evento in memoria di Pasquale Caputo per esordienti 1¬∞-2¬∞anno e alle 16:00 conclusione con gli allievi nell’ambito del Memorial Elio Armirante con l’assegnazione del titolo provinciale FCI Avellino per tutte e tre le categorie.

Con i giovani per i giovani è il motto che contraddistingue l’innata passione per il ciclismo giovanile del sodalizio di Montoro che si è legato con il nome prestigioso di Stefano Garzelli.

L’iniziativa gestita dal vincitore del Giro d’Italia 2000 e da sua moglie inizia con la Scuola di Ciclismo aperta a Valencia, dove vive. A cui si sono aggiunte la Polisportiva Besanese Stefano Garzelli Team, costituita diciotto anni or sono a Besano paese di nascita di Garzelli, il Bike Frigo Life Stefano Garzelli Team e l’As Montoro 1927.


Luca Alò