Champions League. Rischio declassamento in terza fascia per il Napoli

Per il secondo anno consecutivo il Napoli del patron Aurelio De Laurentiis è riuscito a piazzarsi in seconda posizione nel campionato di Serie A, alle spalle dell’imprendibile Juventus. Con l’obbiettivo Champions League raggiunto con largo anticipo, adesso gli azzurri possono iniziare a programmare la prossima stagione, dove la squadra di mister Carlo Ancelotti proverà ancora una volta a dire la sua su tutti i fronti: Campionato, Coppa Italia e Champions League.

√à in quest’ultima competizione che i partenopei cercheranno di superarsi, provando ad agguantare quantomeno i quarti di finale, traguardo mai raggiunto sin qui dagli azzurri. Ma per far s√¨ che questo accada, i partenopei oltre a metterci impegno e dedizione, come fatto in questa edizione della UEFA Champions League ormai ai titoli di coda, uscendo immeritatamente da un girone di ferro (Liverpool, PSG, Stella Rossa), devono sperare in un buon sorteggio e quindi restare con i piedi ben saldi in seconda fascia.

Proprio da questa, il Napoli potrebbe essere escluso, rischiando il declassamento in terza fascia. Per rimanere nella cerchia dei club di seconda fascia, gli azzurri devono sperare nel mancato accesso alla UEFA Champions League di una tra Siviglia, Roma o Tottenham, squadre ancora in corsa per un posto nella prossima Champions.

Tra queste solo gli spurs sono ad un passo dall’aggiudicarsi un biglietto di solo andata per la competizione più ambita d’Europa. Il club di Mauricio Pochettino, attualmente quarto a +3 dall’inseguitrice Arsenal , è artefice del proprio destino. Il Tottenham, questa sera impegnato in Olanda nella semifinale di Champions (ritorno) con l’Ajax, proverà a blindare la quarta posizione in Premier League battendo l’Everton nell’ultima giornata.

Situazione leggermente complicata, invece, per Siviglia e Roma. Gli spagnoli sono a tre punti dalla zona Champions, obbiettivo che tenteranno di raggiungere cercando di fare risultato nelle ultime due giornate rimaste da disputare in Liga. Mentre la Roma di Claudio Ranieri, uscita dalla scorsa giornata con in mano appena un punto dalla trasferta in Liguria con il Genoa, si ritrova a quattro giornate dal termine a -3 dai bergamaschi dell’Atalanta, momentaneamente quarti.

Inoltre, il Napoli tiferà anche per il Chelsea di Maurizio Sarri in un’eventuale finale di Europa League. I londinesi domani sera saranno alle prese con la semifinale di ritorno contro i tedeschi dell’Eintracht Francoforte (1-1 nel match di andata). Una vittoria dei blues nella finale di Baku permetterebbe alla squadra di Sarri di piazzarsi di diritto nella prima fascia della prossima UEFA Champions League, liberando un altro posto per la seconda.

 

Nunzio Marrazzo