Cesarano Basket Scafati. Si chiude ai play off la stagione dei gialloblù

Finisce ai quarti di finale l’avventura ai playoff della Cesarano Scafati Basket che questa sera, davanti ad un Palamangano infiammato e orgoglioso dei propri campioni, non è riuscita ad andare oltre ad un 67-75. Non è bastato un immenso Vincenzo Di Capua, top scorer della gara con 23 punti. Ad andare avanti, nella corsa verso l’A2 è la Virtus Cassino, tra l’altro tra le favorite per la promozione finale. Tanti applausi per gli uomini di Coach Iovino che, comunque, da neopromossi chiudono la stagione con uno straordinario risultato che, sicuramente, sarà il punto da cui partire l’anno prossimo, ancora in Serie B.

Ma torniamo alla sfida del Palamangano. Quintetto base della Cesarano formato da Di Capua, Carrichiello, Sergio, Cucco e Mlinar. Primo possesso per gli ospiti, con Berti che sbaglia un appoggio sotto canestro e, sulla ripartenza, un super Di Capua inaugura il match. Subito la risposta di Cassino con Ianes che guadagna due tiri dalla lunetta, solo uno a segno. Passano un paio di minuti e ancora Di Capua, seguito da una bella azione di Mlinar, portano i gialloblù su un primo +5. La risposta è di Grilli che con una tripla riduce il gap. La sfida si infiamma. Passano un paio di minuti e un super scarico di Dri su Castelluccia che mette a segno una tripla laterale porta gli ospiti per la prima volta in vantaggio. A questo punto Cassino prova a dilagare e su un contropiede con schiacciata che decreta il 13-8 per gli avversari, Coach Iovino, a 5′ dalla fine del quarto si rifugia in timeout. Al ritorno in campo, però, è ancora Castelluccia al termine di un azione corale a piazzare un tiro da tre. Entra Forte ed esce Cucco per i gialloblù, con il neo entrato subito a canestro, con tanto di applausi di un Palamangano ricco di spettatori. Gli ospiti sembrano avere la gara in pugno, ma un carico Marko Mlinar con un canestro di prepotenza e ripetuti rimbalzi vincenti prova a smorzare il ritmo avversario. Entra anche Roberto Malpede che, a 40” dal termine del quarto piazza una tripla, prima, e recupera palla in difesa, poi, facendo entusiasmare i tanti tifosi. Il primo quarto termina per 24-16 per Cassino.

La seconda frazione di gioco vede subito all’attacco la Cesarano che recupera due punti velocemente. Su una ripartenza Vincenzo Di Capua, in incursione, guadagna la lunetta e ne mette due su due. Adesso è 20-24. La risposta di Cassino è di Ausiello sempre dalla lunetta. Un rabbioso Roberto Malpede, però, recupera il punto appena perso. √à Carrizo, però, a rimettere la sua squadra sul binario giusto. Ed infatti, da questo momento, Cassino prende il largo portandosi sul +12. Sarà Di Capua, da 3, a far tirare un sospiro di sollievo ai gialloblù. Gli ospiti, però, non demordono e senza accusare il colpo continuano il proprio gioco. A 3’20” alla pausa lunga, è ancora Iovino a chiamare timeout sul 26-37. Al rientro in campo, dopo un canestro di Forte, sono ancora i rossoblù ad andare a canestro: grandina al Palamangano. Sono molti, a questo punto, gli errori della Cesarano. A 18” dalla fine del quarto una bella tripla di Liburdi aumenta il gap,immediatamente risposto da Biagio Sergio che mette a segno due tiri liberi su due. Il secondo quarto termina con il risultato di 32-44 per Cassino.

Durante l’intervallo va in scena un flash mob direttamente sul parquet di gioco, organizzato dalla speaker ufficiale della Cesarano, Rita Panariello, in collaborazione con il Forum dei Giovani di Scafati, con il gruppo Wake Up Scafati e con le Sailors Majorette.

Dopo la pausa lunga si ritorna in campo con la Cesarano che schiera il quintetto di partenza. Dopo un minuto senza punti, è Cassino a guadagnare un fallo con Carrizo che, dalla lunetta, ne fa ancora due su due. Neanche Vincenzo Di Capua, nell’azione successiva, con una delle incursioni centrali riesce ad andare a segno. Ferro anche per il capitano Carrichiello, da tre. Gli ospiti, invece, continuano a macinare punti. Una bella ripartenza del numero 5 gialloblù, fa esplodere gli spalti. √à ancora Vincenzo Di Capua, con un’azione personale, a far gioire ancora, i tanti tifosi del Palamangano. Una grande stoppata di Sergio che fa ripartire la squadra, e su assist di Carrichiello, piazza una bomba che costringe gli ospiti al timeout, sul 41-48, a 4’24” dalla fine del terzo quarto. Il Palamangano è un plebiscito,ora. Al rientro un paio di errori degli ospiti, consacrano il momento gialloblù. Ancora Di Capua, con incursione centrale, regala altri due punti importantissimi. Fa male, però, una tripla messa a segno di Cassino che, pochi secondi dopo, va dalla lunetta con Liburdi che ne fa 2/2. Lo risponde ancora il numero 5 della Cesarano, con una tripla sensazionale. Ancora Liburdi, però, sempre da tre, riporta il risultato sul + 10. Una tripla di Castelluccia e un canestro di Cucco. Ancora il numero 6 ospite a guadagnare un fallo e fermare il risultato sul 48-62. Si chiude cos√¨ la terza frazione di gioco.